Smart Working e Privacy, cosa è bene sapere

Le abitudini delle persone cambiano, spesso anche rapidamente e con esse anche il modo di lavorare. È sotto gli occhi di tutti come lo smart working da fenomeno di nicchia sia ormai in molti casi diventato la normalità anche in Italia, paese di sicuro non tra i più tecnologicamente avanzati del mondo.

Il cosiddetto lavoro agile permette di svolgere la propria attività in modo molto più flessibile e proprio per questo, almeno potenzialmente più efficace. I temi da sviluppare sarebbero molti, tra i quali quello della sicurezza, se stare a casa diventa una buona pratica, importante per limitare i contagi, è ovvio che lavorare da casa, per chi può farlo, si trasformi in un modo per tutelare la propria e l’altrui salute.

Ogni opportunità nasconde però delle potenziali insidie. Lavorare da casa o da ovunque si preferisca può essere comodo, può aiutare a mantenere maggiori e migliori rapporti con la famiglia, essere una valida scelta per chi deve accudire bambini o anziani o per chi per le più disparate ragioni non può o non vuole recarsi ogni giorno in ufficio. Con l’aumentare delle persone che lavorano a distanza stanno però emergendo problemi, non sempre opportunamente preventivati, c’è senza dubbio il grande tema della produttività, ma non solo, annosa ad esempio è la questione della privacy.

Lavoro e privacy, meglio affidarsi a dei professionisti

Chiunque abbia un sito web o eroghi dei servizi online, di qualsiasi tipo siano, ha ormai quantomeno iniziato a familiarizzare con termini come Cookie, GDPR, ecc.

Le tematiche legate alla privacy sono molteplici e spesso complesse. Viviamo in un mondo interconnesso, nel quale sempre più spesso la merce di scambio sono i nostri dati e questi vanno tutelati e di conseguenza raccolti e trattati adeguatamente. Improvvisarsi esperti non è una scelta sensata, ci sono aziende specializzate proprio in questo, come PrivacyLab, che si occupa sia di formazione aziendale che di offrire strumenti che permettano una migliore e più consapevole gestione dei dati. Informative, adempimenti GPDR, c’è molto da fare e bisogna costantemente restare aggiornati, pertanto affidarsi a dei professionisti, in particolare per le aziende più strutturate diventa fondamentale.

Smart Working e GDPR

L’inaspettata e crescente implementazione dello Smart Working, seguita alle restrizioni per arginare la pandemia, ha costretto milioni di lavoratori a familiarizzare rapidamente con gli strumenti tecnologici e a ritagliarsi spazi, spesso domestici, per lo svolgimento delle loro attività. L’uso di reti casalinghe e computer in alcuni casi datati o comunque sprovvisti di antivirus, firewall e altri importanti software, hanno in alcuni casi compromesso la privacy dei lavoratori.

Le postazioni domestiche, in genere sono maggiormente a rischio malware o virus rispetto a quelle di un ufficio con minimi standard di sicurezza. Forse non tutti lo sanno ma esiste una specifica procedura per lavorare in Smart Working a norma GDPR (ovvero il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati). Lavorare online in piena sicurezza, anche da casa propria è possibile, ma soprattutto all’inizio potrebbe non essere semplice.

Molte aziende, per affrontare di petto questa delicata tematica si sono affidate a dei professionisti e hanno organizzato dei corsi online per i propri dipendenti, così da formarli e renderli maggiormente consapevoli su come gestire i dati e tracciarne il trattamento.

Sapere come vengono gestiti i dati è il primo passo per poter fare un’analisi sensata dei rischi, che permetta di capire se le informazioni e i device usati sono a norma di GDPR o meno.

Negli ultimi mesi oltre che di lavoro a distanza si è parlato molto di formazione a distanza e sempre più spesso i due temi si muovono affiancati, visto che il lavoratore smart non può fare a meno di formarsi e aggiornarsi di continuo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi