Che cosa prevede il bon ton dei gioielli?

Anche quando si indossano i gioielli è importante conoscere e seguire le regole del bon ton. Per esempio, il galateo in questo campo impone di non mettere assieme un numero eccessivo di gioielli, per non correre il rischio “albero di Natale”. Ciò non toglie che se si ha voglia di portare al polso tanti bracciali differenti ci si possa permettere di azzardare, e lo stesso dicasi per gli anelli. Insomma, non c’è un limite numerico rigido a cui attenersi per forza, perché il vero indicatore è il buon gusto: questo deve essere il motore che porta a individuare i gioielli migliori. Più della quantità conta la qualità, senza dimenticare che alcuni gioielli vengono ideati e realizzati proprio per essere abbinati ad altri.

Argento e oro insieme: si può fare?

C’è una regola un po’ obsoleta secondo la quale l’oro non dovrebbe mai essere mischiato con l’argento. Anche in questo caso, ciò che conta è applicare del sano buon senso, anche perché sempre più gioiellieri permettono di scegliere dei bracciali, degli anelli o degli orecchini che mettono insieme i due materiali. Come si è detto prima, è sulla qualità che ci si deve concentrare, per esempio evitando di far pensare che l’argento sia oro bianco. L’accostamento deve essere studiato sempre con la massima attenzione, in modo che ne derivi un mix di stili uniforme e gradevole.

Orologio di sera, che cosa bisogna ricordare

In passato si diceva che le donne di sera non dovessero indossare l’orologio quando uscivano, perché portare il segnatempo al polso era appannaggio del fidanzato o del marito. Ovviamente i tempi sono cambiati, e non c’è motivo per il quale una donna non possa portare l’orologio per uscire a cena o per andare a scatenarsi in discoteca. Ovviamente, è importante che questo accessorio venga coordinato con il resto del look. Per esempio, con un abito da sera nero ed elegante è consigliabile un orologio dotato di cassa piccola con un cinturino di maglia in oro giallo o in oro bianco. La funzione è chiaramente decorativa, perché oggi con gli smartphone nessuno ha più bisogno di controllare l’ora sull’orologio. Ecco perché questo accessorio al giorno d’oggi merita di essere considerato a tutti gli effetti un gioiello.

I diamanti

Per qualcuno, i diamanti possono essere indossati solo la sera, e comunque mai prima delle sei del pomeriggio. Si tratta di una regola in vigore per chi fa parte della famiglia reale britannica, ma in effetti chi abita a Porto Recanati o a Carate Brianza può anche fare a meno di rispettarla. Insomma, i bracciali e gli orecchini non conoscono orari, fermo restando che il contesto deve sempre essere adeguato: è chiaro che i diamanti non vanno bene quando si fa la spesa o ci si dirige al lavoro in ufficio.

Le perle

Infine, vale la pena di sapere come comportarsi con le perle, che secondo molti sono un accessorio adatto solo alle donne un po’ in là con gli anni. Non è del tutto vero, perché una collana di perle, se caratterizzata da un design creativo, può essere abbinata senza problemi a un paio di jeans.

Dove comprare glioielli

A questo punto, non rimane altro da fare che capire a chi rivolgersi per comprare gioielli di qualità. Ebbene, Oro Pazzia è una realtà consolidata nel settore della vendita oro online, oltre a essere presente in Sicilia con i suoi punti vendita dall’inizio degli anni Novanta. Tutti i prodotti che si possono trovare nel catalogo di questa gioielleria vengono realizzati al 100% a mano dai maestri orafi di Oro Pazzia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi