Che cosa fare per riconquistare il partner perduto

Essere lasciati dalla propria moglie è una delle esperienze più brutte che un uomo possa vivere. Tuttavia, non bisogna mai darsi per vinti, ma è bene rimboccarsi le maniche per ritrovare l’amore della propria vita. Come? Grazie ai consigli di Romeo, accompagnatore di professione: un vero esperto di seduzione che abbiamo deciso di intervistare.

Che cosa si può fare dopo essere stati abbandonati dalla moglie?

Prima di tutto è necessario mettere a punto una strategia, vale a dire un piano basato su una serie di azioni e di comportamenti che sono utili per tentare di stringere di nuovo un rapporto con il partner. Si tratta di comportamenti che vanno programmati in anticipo: questo vuol dire che non ci si può ridurre all’ultimo secondo, perché agire in fretta vuol dire correre il rischio di commettere gli stessi errori. Quindi, per tentare di riconquistare il proprio partner bisogna agire in modo da riuscire a farsi desiderare di nuovo. D’altro canto, occorre evitare di comportarsi come si è fatto fino a quel momento: se quegli atteggiamenti si sono rivelati fallimentari e hanno portato alla separazione, che senso ha riprodurli?

Qual è l’atteggiamento più giusto da mettere in pratica?

Naturalmente si deve avere uno spirito ottimistico e non lasciarsi abbattere dalla tristezza o dalla malinconia. Non è detto che l’amore alla fine trionfi sempre, e poi dipende tutto dal motivo per cui si è stati lasciati. Per esempio, dopo un tradimento non si può certo di pensare di cavarsela con delle scuse o con un mazzo di fiori. Servono, invece, dei cambiamenti concreti ed effettivi, per mettere in atto i quali c’è bisogno di domandarsi e di capire che cosa non ha funzionato. Insomma, se si è stati lasciati dalla moglie ci sarà pure stata una ragione per la quale lei ha deciso di agire così!

E quindi come si procede?

Nessuna strategia di riconquista può avere un esito positivo se non è supportata da un impegno che provenga direttamente dal cuore. Inoltre, si deve fare in modo che la moglie fuggitiva riesca ad accorgersi del cambiamento che l’ex marito sta tentando di mettere in atto. Uno dei motivi più frequenti per i quali un matrimonio si interrompe è rappresentato dal calo della passione e dalla carenza di intimità. Può essere che la moglie dopo un po’ di tempo non si senta più corteggiata, e trovi invece un maggiore appagamento nel flirtare con gli altri uomini.

D’accordo, ma il partner cornuto e mazziato che cosa può fare concretamente?

Prima di tutto riavvolgere con la mente il nastro dei ricordi e provare a rammentare se in passato la moglie ha fatto delle annotazioni o magari lanciato delle frecciatine che, con il senno di poi, possano essere interpretati come segnali di un disagio o come un campanello di allarme. Quindi è il caso di rivivere gli ultimi giorni, le ultime settimane e gli ultimi mesi per andare in cerca di eventuali segnali che potrebbero essere stati lanciati dal partner.

Occorre, insomma, rendersi conto dei propri sbagli.

Sì, per riconquistare la moglie perduta è fondamentale essere consapevoli di quel che si è fatto e, soprattutto, di quel che non si è fatto. Magari si è perso lo spirito di un tempo ed è svanita l’abitudine di far ridere la dolce consorte. Oppure ci si è seduti – in senso metaforico – sugli allori, perdendo la voglia di viaggiare, di esplorare posti nuovi, di stringere rapporti e amicizie. Insomma, essere consapevoli di ciò che si è sbagliato è già un buon primo passo.

E poi in concreto cosa si può fare?

Dopo qualche giorno di pausa, utile a entrambi per metabolizzare la situazione e la decisione, si potrebbe chiedere alla moglie di uscire, magari per andare a cena fuori o per concedersi un appuntamento romantico come quando si era giovani fidanzati. Quando è stata l’ultima volta che è stato fatto un complimento? Forse è il caso di ricominciare, ovviamente sapendo che non basterà così poco per ritrovare l’amore perduto. A quel punto, infatti, dovrà iniziare una vera e propria opera di seduzione, utile per ricostruire la passione.

In che modo?

L’impegno deve essere quello di trovare giorno dopo giorno dei modi nuovi per stupirla e per lasciarla a bocca aperta. D’altra parte se un tempo lei era innamorata qualche qualità ci dovrà pur essere. Nessuno, in teoria, conosce una donna meglio del marito o, in questo caso, dell’ex marito. Inoltre è utile farle capire che da quel momento in avanti ci si farà sempre trovare al suo fianco e schierati dalla sua parte. Non esistono, però, regole universali: quel che più conta è che il partner abbandonato rifletta su sé stesso, sulle ragioni che possono essere state alla base della separazione e sui punti di forza che possono portare a un nuovo rapporto d’amore.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi