Intonaco cocciopesto: che cos’è e a che cosa serve

Nel settore edilizio, il cocciopesto viene impiegato in modo particolare per le pareti e per i pavimenti in qualità di rivestimento impermeabile. Esso viene posato in strati differenti, ognuno dei quali caratterizzato da una specifica granulometria: i vari strati in seguito sono battuti e bagnati più volte, in modo che si possa giungere al risultato definitivo. L’intonaco cocciopesto è formato da malta fine, un materiale a base di calce aerea, con frammenti di mattoni frantumati (i cosiddetti laterizi) e tegole.

Dove viene usato il cocciopesto

Si ricorre al cocciopesto per realizzare intonaci destinati tanto agli ambienti interni quanto agli spazi esterni. L’applicazione deve essere effettuata da un professionista del settore. Si può usare questo materiale sia su murature nuove che su murature vecchie, a prescindere dai materiali con i quali esse sono composte: il tufo, il mattone, il laterizio, la pietra, e così via. L’applicazione è garantita anche per murature miste e per tutte le circostanze in cui c’è bisogno di un intonaco naturale caratterizzato da un elevato livello di traspirabilità.

La malta a base di cocciopesto di Calchera San Giorgio

Il sito di Calchera San Giorgio mette a disposizione una malta che contiene al proprio interno il cocciopesto; si tratta di un intonaco traspirante e minerale preconfezionato in polvere: un prodotto che, al pari di quasi tutti gli altri prodotti che vengono messi in vendita da questa realtà, è biocompatibile ed ecosostenibile. Come è fatto? La sua composizione comprende, oltre al cocciopesto, anche pozzolane naturali micronizzate e calce aerea, insieme con aggregati silicei e calcarei selezionati in curva granulometria continua. Questa malta non contiene alcuna forma di clinker e, al tempo stesso, è priva di sali.

I prodotti di Calchera San Giorgio

I materiali che vengono prodotti da Calchera San Giorgio si adattano a una grande varietà di utilizzi e, proprio per questo motivo, sono destinati ai più diversi ambiti di impiego. Tra i tanti esempi che si possono citare ci sono le boiacche per il consolidamento strutturale dei muri e i rasanti traspiranti per la preparazione dei fondi, ma anche gli intonaci e le finiture biocompatibili ed ecosostenibili, di tutte le tipologie. Vale la pena di citare, poi, gli stucchi di colori naturali differenti per il recupero della pietra e le maltine dal colore naturale che vengono usate per il ripristino di lacune, oltre agli intonaci deumidificanti per il risanamento delle murature che sono interessate dal fenomeno di umidità di risalita.

Il ruolo della calce idraulica

A fungere da legante nella malta con il cocciopesto proposta da Calchera San Giorgio è una calce idraulica che è stata ricavata attraverso la miscelazione a freddo di calcari puri, calce aerea spenta derivata dalla calcinazione a bassa temperatura (fra gli 850 e i 900 gradi) di alta qualità e pozzolane naturali micronizzate con energia e superficie specifica diversa. Tale tipologia ha ottenuto la denominazione di Calce Pozzolonica Pantheon di Calchera San Giorgio, e assicura importanti e apprezzabili effetti all’impasto, il quale è caratterizzato da una eccellente adesione al supporto. Si tratta, inoltre, di un prodotto che rende l’impasto molto elastico e al tempo stesso traspirabile; in più, si dimostra resistente alla comparsa di batteri e muffe e alle aggressioni alcaline.

Gli ambiti di applicazione del cocciopesto

Il cocciopesto è un materiale che viene impiegato soprattutto per gli interventi di restauro monumentale e conservativo e di recupero; esso è prezioso in bioedilizia per la sua capacità di assicurare igroscopicità. Il cocciopesto è del tutto compatibile con il bambù, con la paglia e con i supporti in calce canapa, oltre che con i materiali originari che venivano usati una volta. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi