Il grande mondo di Magic The Gathering

È praticamente impossibile non aver mai sentito parlare delle carte Magic, ovvero quelle del gioco Magic The Gathering che, tradotto in italiano è conosciuto come Magic – l’Adunanza. Si tratta del primo gioco di carte collezionabili al mondo uscito nel 1993 e firmato Wizard Of The Coast. Nel 2003 Magic era giocato da oltre sei milioni di persone in più di cinquanta Paesi e nel 2011 è diventato il gioco di carte collezionabili più venduto al mondo seguito da Pokémon e Yu-Gi-Oh!

La storia di Magic

Questo popolare gioco di carte offre la possibilità di compiere delle magie affrontando i maghi avversari e tramite creature, artefatti e incantesimi. L’obiettivo è quello di servirsi di ogni magia per sconfiggere gli avversari e conquistare la vittoria ma non tutti sanno che il gioco offre ben quattro modalità in cui è possibile cimentarsi.

Il suo creatore, Richard Garfield, nerd originario della Pennsylvania, progetto il suo primo gioco a soli tredici anni e conseguì una laurea in informatica applicata con grande successo. La sua intera vita è stata dedicata al genere fantasy per cui fu quasi naturale per lui arrivare al grande successo con il gioco di Magic The Gathering.

Se alle origini si stimò che ogni giocatore avrebbe acquistato due mazzi e qualche bustina le vendite dimostrarono la nascita di un fenomeno senza precedenti. Difatti con la prima tiratura di circa 2,6 milioni di carte si fece in brevissimo tempo il tutto esaurito. Per questo fu pubblicata una seconda edizione che vide la vendita di ben sette miliardi di carte totali con un aspetto grafico leggermente diverso rispetto alla prima tiratura.

Un gioco che unisce più generazioni

Ad oggi il gioco è riuscito ad unire tra loro più generazioni per cui, per lo meno in Italia, non c’è età o professione che divida il pubblico di appassionati di Magic. I tornei ancora oggi attivi ospitano studenti, lavoratori e persino VIP che si sfidano a colpi di magia in un gioco strategico e avvincente senza precedenti.

Nonostante sia un gioco quasi trentennale dalla sua creazione a oggi la grafica del retro delle carte non è mai cambiata. Si sono evolute regole, scenari di gioco e illustrazioni ma il dorso delle carte di Magic è rimasto così come agli albori, impedendo così ai giocatori di riconoscere le carte vecchie rispetto a quelle più nuove.

Il collezionismo delle carte

Il collezionismo che ruota attorno a Magic è un vero e proprio culto per fanatici e appassionati che attrae anche per il valore commerciale di talune carte rare e introvabili. Per esempio ci sono carte di particolari set stampati solo per il mercato asiatico che, qui in Italia, risultano essere veri e propri cimeli di alta collezione. Ci sono poi i deck normali e quelli celebrativi come la carta Proposal che starebbe a ricordare il giorno del fidanzamento del fondatore con l’amata moglie Lily Wu.

La carta in assoluto più costosa al mondo vale oggi circa centoventicinquemila dollari ma questo non significa che Magic sia un gioco per ricchi! Al contrario i deck in vendita partono da poche decine di euro e prevedono le carte essenziali per cominciare a giocare o a iscriversi ai tornei. Certo è che le carte potenti e imbattibili sono anche le più costose e si possono comprare anche singolarmente. Questo perché Magic non è più soltanto un gioco ma un mondo fatti di appassionati e proseliti che non hanno età e che provengono da ogni parte del globo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi