Come si richiede la tessera sanitaria e cosa fare in caso di furto?

E’ un tesserino che molte persone portano sempre con se, senza sapere che la maggior parte dei dati personali sono contenuti al suo interno. E non solo! Proprio fare un po’ di chiarezza in merito alle modalità di richiesta e utilizzo, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida nel febbraio 2021. Lo scopo è di fornire una serie di informazioni a tutti i cittadini, partendo dalla domanda più comune: come si richiede la tessera sanitaria?

Questo documento personale a partire dal 2011 è stato sostituito da una nuova versione dotata di un microchip che permette di accedere a una serie di servizi online delle Pubbliche Amministrazioni. Dettaglio non da poco se consideriamo che, in un momento tanto delicato, il suo miglior vantaggio è quello di velocizzare e semplificare le prestazioni sanitarie. O meglio le modalità con cui un cittadino potrà accedervi, oltre a favorire la comunicazione del proprio codice fiscale. Di seguito scopriremo in che modo può essere richiesta la tessera, la cui durata è di 6 anni dal momento della ricezione.

 

In che modo si richiede

Come viene riportato dal documento pubblicato il primo febbraio 2021, la tessera sanitaria potrà essere ottenuta a titolo gratuito solo se il cittadino rispetti due requisiti fondamentali:

  • Deve disporre di un codice fiscale attribuito dall’Agenzia delle Entrate;
  • Dovrà risultare registrato all’ASL di competenza che ha a sua volta trasmesso i dati direttamente al “Sistema tessera sanitaria”.

La versione senza microchip poteva essere richiesta online oppure via mail, poiché non prevedeva alcun obbligo di registrazione. L’attuale tessera invece prevede l’accesso del singolo cittadino ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, nella propria Area Riservata. Qui si potranno usare diverse credenziali come lo SPID, la CIE (Carta d’Identità Elettronica) e CNS (Carta Nazionale dei Servizi). La tessera sarà quindi spedita con posta ordinaria direttamente all’indirizzo di residenza del cittadino che risulta iscritto all’Anagrafe.

È bene ricordare che i neonati ottengono un codice fiscale attraverso il Comune in seguito alla presentazione della dichiarazione di nascita che viene sancita dai genitori, o dai tutori.

 

Tessera smarrita: come fare?

Trattandosi di un documento personale, è prevista un’attenta procedura anche in caso di furto o smarrimento; in entrambi i casi bisogna presentare una denuncia alle autorità competenti. Il titolare della tessera dovrà richiedere il duplicato anche in caso di deterioramento.

Sarà possibile scegliere tra queste cinque opzioni:

  • La richiesta online sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate;
  • L’invio di una mail o PEC all’Agenzia;
  • Presentarsi fisicamente presso uno dei tanti uffici dell’Agenzia sul territorio;
  • Richiederla all’ASL competente;
  • Utilizzare il servizio online del portale “Sistema tessera sanitaria”.

 

La denuncia di smarrimento o furto

La denuncia può essere fatta fisicamente ai Carabinieri o alla Polizia presso uno degli uffici presenti sul territorio, utilizzando anche il servizio telematico della Polizia di Stato. Bisognerà seguire la procedura di registrazione, indicare la Regione di residenza e l’ufficio di riferimento. Dopo aver quindi scelto il commissariato di Polizia o la stazione dei Carabinieri della zona bisogna recarsi in sede per formalizzare l’atto.

 

Quanto bisogna attendere?

Una volta ricevuta, la richiesta l’emissione del duplicato della tessera è presa in carico entro il giorno successivo. Se consideriamo quindi la lavorazione necessaria, si potrà ricevere il documento dopo 8 giorni lavorativi. Come accennato in precedenza, l’indirizzo di riferimento per l’invio è quello che si trova registrato presso l’Anagrafe Tributaria.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi