Come scegliere la giusta scrivania

Per scegliere la scrivania più giusta per le proprie esigenze, sono molteplici gli aspetti che devono essere presi in considerazione, a cominciare dallo scopo a cui servirà: un conto è, infatti, avere bisogno di una scrivania per lavorare al computer otto ore al giorno e un conto è, per esempio, avere bisogno di una scrivania che funga semplicemente da piano di appoggio per una televisione. 

scrivanie

Su Lovethesign è possibile trovare un vasto assortimento di proposte in grado di soddisfare le esigenze più diverse. Ma quali sono i parametri da valutare? Prima di tutto, naturalmente, l’altezza del piano di lavoro, e ciò è vero a maggior ragione se la scrivania dovrà essere utilizzata anche da un bambino: è bene tenere a mente che un’altezza non adeguata può portare a un ingobbimento della schiena o comunque a una posizione non naturale del corpo. A risentirne sarebbero non solo il collo e le braccia, ma anche i polsi, in modo particolare nel caso in cui gli utenti stessero al pc (maneggiando il mouse e scrivendo su una tastiera). Anche l’altezza della sedia che accompagna la scrivania è importante per capire qual è il complemento di arredo più adeguato ai propri bisogni: insomma, ogni dettaglio deve essere studiato con la massima attenzione per garantire il miglior comfort possibile.

A proposito del piano di lavoro, è opportuno ricordare che se la scrivania risulta eccessivamente piana si corre il rischio di una curvatura della testa in avanti eccessiva, con conseguenti dolori al collo e affaticamente dei muscoli; d’altro canto, se la scrivania è più inclinata del dovuto, leggere e scrivere potrebbe diventare difficile, e a essere compromessa sarebbe la correttezza della postura. Ogni particolare va preso in esame in funzione dell’ergonomia, vale a dire la disciplina che si occupa di studiare il rapporto tra le persone e gli strumenti che adoperano per lavorare.

Non ci si può dimenticare, comunque, dell’aspetto estetico: dalla forma – rettangolare, quadrata, circolare, e così via – ai colori, le varianti in questo senso sono molteplici. Anche lo stile conta: in uno studio arredato secondo un’idea di design moderna e contemporanea potrebbe stonare la presenza di una scrivania antica in legno rustico, così come una scrivania in acciaio potrebbe risultare poco adeguata in una cameretta colorata. Ancora, è bene tenere in mente la posizione in cui la scrivania andrà collocata: vicino a una finestra, così che possa ricevere la luce naturale del sole, o lontana da fonti luminose naturali? Una suggestione particolare potrebbe essere quella di fare affidamento su uno scrittoio classico, magari dotato di chiusura a scomparsa, nel caso in cui si abbia intenzione di conferire un tocco vintage all’ambiente e di concedersi una sfumatura retrò. Per i più pratici, invece, meglio una scrivania con le rotelle.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi