Volo della Malaysian MH370: i militari hanno insabbiato i dati radar, l’aereo era in direzione Malacca ma nessuno lo ha saputo

I funzionari militari asiatici potrebbero aver messo in scena un vero e proprio cover-up, una “cospirazione” che ruoterebbe attorno al misterioso volo MH370, perché “non vogliono esporre i buchi all’interno delle difese aeree dei loro paesi”, afferma uno dei maggiori esperti di aviazione. Il jet della…

Volo della Malaysian MH370: i militari hanno insabbiato i dati radar, l’aereo era in direzione Malacca ma nessuno lo ha saputo

volo malaysa
I funzionari militari asiatici potrebbero aver messo in scena un vero e proprio cover-up, una “cospirazione” che ruoterebbe attorno al misterioso volo MH370, perché “non vogliono esporre i buchi all’interno delle difese aeree dei loro paesi”, afferma uno dei maggiori esperti di aviazione.

Il jet della Malaysian Airlines è partito alle ore 01:30 di Domenica, 9 marzo. Ma fino alla seguente Martedì, il Malaysian Air Force è stato rilevato dai radar sullo Stretto di Malacca alle ore 02:15 locali. Poi, la sparizione.

Thai militare dicono che raccolsero un aereo non identificato sul radar tenendo fuori la traiettoria

I militari thailandesi dicono di aver rilevato un aereo non identificato sul radar tenendo fuori la traiettoria di volo, dirigendosi a sinistra sopra la Malesia e verso lo Stretto di Malacca.

Alle ore 1:28, i militari thailandesi dicono di aver rilevato la presenza di un aereo non identificato, circa otto minuti dopo che la comunicazione del MH370 è andata giù, dirigendosi verso lo Stretto, ma non condividono le informazioni perché non sono stati invitati a farlo.

Scrivendo sul suo blog, David Learmount, esperto di aviazione, ha detto: ‘Forse le difese aeree di questi stati non vogliono far sapere alcune informazioni e forse non vogliono che il resto del mondo ne venga a conoscenza’.

Il sig Learmount, un ex pilota e redattore della pubblicazione Flight Global, sottolinea che l’MH370 potrebbe aver sorvolato diversi paesi asiatici, tra cui la Thailandia, Birmania, Cina, Bangladesh, India, Pakistan, Turkmenistan e Afghanistan.

L’sperto di aviazione David Learmount ha suggerito che alcuni paesi possono aver nascosto informazioni radar perché non vogliono esporre informazioni sulle loro difese aeree.

David Learmount

Se emergesse che un aereo non identificato sia stato in grado di volare su un territorio inosservato e incontrastato, questo equivarrebbe a un fallimento di sicurezza imbarazzante.

Per quanto riguarda l’avvistamento malese Mr Learmount ha scritto: ‘Chiaramente avevano lasciato un velivolo non identificato passare attraverso il territorio sovrano malese senza preoccuparsi di identificarlo, non qualcosa che erano felici di ammettere.

‘Il governo malaysiano ha invitato tutti i paesi a nord-ovest per quanto riguarda il Turkmenistan e il Mar Caspio per controllare le loro registrazioni radar primarie per i contatti non identificati nel loro spazio aereo nelle sette ore dopo che il boing 777 è sparito nel nulla.

‘A seconda del brano attuale ha seguito l’aereo, se avesse guidato circa a nord-ovest questo potrebbe includere alcuni, se non tutti, dei seguenti paesi: Thailandia, Myanmar / Birmania, Cina, Bangladesh, Bhutan, India, Nepal, Pakistan, Afghanistan e Turkmenistan.

‘Se l’aereo fosse andato in quella direzione, sicuramente i radar primari militari in uno di quei paesi o in diversi, avrebbe raccolto il segnale da questo velivolo non identificato, e l’operatore radar vigile avrebbe strapazzato un combattente per intercettare l’intruso?

‘Non sarebbe così? O forse no. Forse le difese aeree di questi stati membri, come la Malesia, non sono quello che dovrebbero essere. E forse non vorrebbero che il resto del mondo lo venga a sapere.

I primi tre giorni di ricerca si sono focalizzati sul Mar Cinese Meridionale. Così, quando l’esercito malese ha riferito l’avvistamento sopra la Stretto di Malacca, divenne chiaro che quella presa in considerazione sino a quel momento era l’area di ricerca sbagliata.

Oggi le autorità malesi hanno detto che stavano cedendo il controllo ad altri paesi la caccia all’aereo di linea come hanno annunciato l’area di ricerca ora è composta da 14 grandi sezioni che coprono un’area delle dimensioni dell’Australia.

Testimoni nelle Maldive hanno riferito di aver visto quello che hanno descritto come un ‘jumbo jet a bassa quota’ intorno alle 06:15.

Il sito web di notizie maldiviano Haveeru ha riferito che i residenti sull’isola remota deòòe Maldive di Kuda Huvadhoo in Dhaal Atoll hanno detto di aver visto un aereo bianco, con strisce rosse su di essa, come gli aerei operati dalla Malaysia Airlines.

Ciò significherebbe che l’MH370 ha continuato per altri 2.000 miglia volanti verso ovest.

Marshal Montol Suchookorn, della Royal Thai Air Force ha detto che un aereo non identificato è stato rilevato all’1:28, otto minuti dopo che l’MH370′S aveva smesso di comunicare.

Ha detto che l’aereo ha seguito un sentiero tortuoso, voltandosi verso Butterworth, una città della Malesia, lungo lo Stretto di Malacca. Il segnale radar era infrequente e non includono dati quali il numero del volo.

Ha detto che non sapeva esattamente quando il radar Thai scorso ha rilevato l’aereo. I funzionari malesi hanno detto il volo 370 era l’ultimo rilevato dal proprio radar militare alle 02:14 dirigendosi verso lo stretto.

Quando è stato chiesto perché ci sia voluto così tanto tempo per rilasciare le informazioni, Montol disse: ‘Perché non abbiamo pagato alcuna attenzione. The Royal Thai Air Force guarda solo dopo le eventuali minacce contro il nostro paese, quindi tutto ciò che non sembrava una minaccia per noi, l’abbiamo semplicemente osservata senza prendere azioni.’

Ha detto che l’aereo non è mai entrato nello spazio aereo Thai e che la richiesta iniziale della Malesia di informazioni nei primi giorni della ricerca non era specifica.

‘Quando hanno chiesto di nuovo e ci sono state nuove informazioni e le ipotesi da (Malesia) il primo ministro Najib Razak, abbiamo dato nuovamente un’occhiata alle nostre informazioni’, ha detto Montol.

‘Non ci volle molto per noi a capire cosa fosse successo, anche se ci sono voluti degli esperti per far luce sul caso.’

Il Volo 370 è decollato da Kuala Lumpur alle 00:40 tempo malese e il suo transponder, che permette ai controllori del traffico aereo di identificare e rintracciare l’aereo, ha cessato di comunicare alle 01:20.

Montol ha detto che alke 01:28, il Thai radar militare ‘è stato in grado di rilevare un segnale, che non era un segnale normale, di un aereo che vola in direzione opposta dal piano MH370,’ indietro verso Kuala Lumpur.

L’area di ricerca per il piano inizialmente eramconcentrata sul Mar Cinese Meridionale, dove navi e aerei hanno trascorso più di una settimana nella ricerca.

Un satellite ha rilevato le comunicazioni dell’aereo ore dopo che le autorità si sono concentrate invece su due grandi archi – uno in Asia centrale e l’altra nell’Oceano Indiano – che insieme coprono una distesa grande come l’Australia.
il mistero del vlo mh370
I funzionari thailandesi hanno detto che apparecchiature radar nel sud della Thailandia hanno rilevato l’aereo.
I funzionari malesi hanno detto che l’aereo potrebbe aver attraversato il nord della Thailandia, ma il Maresciallo Capo della Thai Air, Prajin Juntong, ha detto ai giornalisti Martedì che il radar settentrionale del paese non ha rilevato l’aereo.

Il fallimento della Thailandia nel condividere il più rapidamente possibile le informazioni riguardanti il ​​destino del piano, e le 239 persone a bordo, non potrà sostanzialmente cambiare da quello che i funzionari Malaysian sanno, ma solleva domande circa il grado in cui alcuni paesi condividono le loro informazioni di difesa, anche in nome di un problema urgente come questo.
Marinai dal cacciatorpediniere americano USS Kidd si preparano a lanciare un elicottero a cac
Con solo il proprio radar per andare avanti, ci sono voluti per la Malesia circa una settimana per confermare che il volo 370 era entrato nello stretto, un dettaglio importante che ha portato a cambiare la propria strategia di ricerca.

La Marina degli Stati Uniti dice che userà un lungo raggio aereo navale per cercare l’aereo, e inviare il suo cacciatorpediniere, la USS Kidd, per cercare tracce. L’Australia sta conducendo gli sforzi di ricerca nell’Oceano Indiano meridionale.

Fonte: www.dailymail.co.uk

Questo è solo uno dei tanti punti interrogativi che stanno caratterizzando il giallo dell’aereo scomparso. Solo qualche giorno fa, noi di GloboChannel.com avevamo riportato la notizia della presenza sull’aereo di 20 passeggeri tutti di una nota compagnia di energia alternativa e auto ibride elettriche su questo articolo. Questo potrebbe essere un dettaglio irrilevante ma sino a quando le cose non saranno chiare sarà piuttosto utile riportare tutte le informazioni diffuse attraverso la rete.

Per questa notizia ringraziamo:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Volo della Malaysian MH370: i militari hanno insabbiato i dati radar, l’aereo era in direzione Malacca ma nessuno lo ha saputo

Volo della Malaysian MH370: i militari hanno insabbiato i dati radar, l’aereo era in direzione Malacca ma nessuno lo ha saputo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi