Vacanze: come partire lasciando la casa in sicurezza

Poter partire tranquilli senza il terrore di avere brutte sorprese al rientro, significa mettere in sicurezza la propria casa in maniera definitiva

Estate, tempo di vacanze e viaggi lontani da casa! Eppure questa è anche la stagione in cui aumenta considerevolmente il numero dei furti da appartamento e durante la quale i ladri possono agire più indisturbati.

Dotare la propria casa di impianti di sicurezza adeguati ed efficienti è dunque fondamentale ed ancora più importante durante i mesi estivi. Possedere delle inferriate e serramenti sicuri diventa dunque il presupposto giusto per poter chiudere casa e partire sereni per le vacanze, così come vale per le porte blindate, le grate per porte e finestre, gli infissi esterni di sicurezza e tutti gli altri dispositivi base necessari per la sicurezza della propria abitazione.

La normativa di riferimento (Uni Env 1627) indica e regola la tenuta di porte antieffrazione. Per il settore residenziale si fa riferimento a quattro classi di resistenza, dalla classe 1 alla 4, la massima, consigliata per case unifamiliari e villette, adatta a far desistere anche a uno scassinatore molto esperto; le classi 5 e 6 sono più indicate per negozi.

Per tutte le abitazioni che sono situate al piano terra, oppure le villette unifamiliari, è importante dotarsi anche di finestre di sicurezza,. Anche in questo caso vale il discorso della classe di resistenza, cioè delle proprietà antieffrazione del serramento.

Le diverse classi sono definite in base al grado di resistenza ai tentativi di scasso di porte e finestre e sono suddivise sulla base degli attrezzi e dei mezzi utilizzati dagli scassinatori per compiere le effrazioni.

Una caratteristica indispensabile che una finestra deve avere, per essere sicuri che riesca a respingere i tentativi di scasso efficacemente, è la maniglia con chiave o bottone. Questa infatti fa in modo che lo scassinatore non riesca, forando il telaio, a inserire un perno che faccia girare facilmente la maniglia.

È bene inoltre che le finestre siano dotate di lastre antisfondamento, cioè composte di vetri stratificati antieffrazione. Anche in questo caso è possibile distinguere diversi livelli di sicurezza, ben 8 – una finestra con vetri in classe P4 è già dotata di una protezione medio-alta.

Altri efficaci dispositivi di sicurezza sono i sistemi di videosorveglianza, per esempio le videocamere. I modelli più moderni sono pensati per riprese esterne e interne, diurne e notturne, 24 ore su 24, anche in presenza di condizioni atmosferiche estreme.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi