Un nuovo rapporto dell’IOF mette in guardia sull’onere economico delle fratture da fragilità ossea che grava inutilmente sui sistemi sanitari per diversi miliardi

Rilasciato in data odierna dall”International Osteoporosis Foundation (IOF), un nuovo rapporto che esamina l”onere e la gestione delle fratture da fragilità ossea in sei Paesi europei (Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia, Regno Unito), ha messo in luce l”onere non evidente, ma molto reale, rappresentato dalle fratture da fragilità ossea, con un costo associato stimato di 37,5 miliardi di euro l”anno, che minaccia silenziosamente di paralizzare i sistemi sanitari europei.

Per vedere la multimedia news release clicca qui: https://www.multivu.com/players/uk/8421451-iof-warns-fragility-fractures-cost-billions/

Con l”invecchiamento della popolazione europea, la prevalenza di condizioni croniche, quali l”osteoporosi, è destinata ad aumentare, determinando così un incremento esponenziale della prevalenza delle fratture da fragilità ossea.

Ogni anno in questo sei Paesi UE si verificano 2,7 milioni di fratture da fragilità ossea. Si prevede che questo numero aumenti di un ulteriore 23% entro il 2030, con un ulteriore incremento dei relativi costi, stimato a 47 miliardi di euro nello stesso periodo. L”onere delle fratture da fragilità ossea supera quello di molte altre malattie corniche, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva [BPCO], l”artrite reumatoide e l”ipertensione.

Oltre all”onere economico, non si deve trascurare l”impatto fisico ed emotivo. Il professor John Kanis, presidente onorario dell”IOF, spiega: ‘In Europa, oltre 20 milioni di persone sono affette da osteoporosi. In tutto il mondo, le fratture da fragilità ossea colpiscono una donna su tre e un uomo su cinque dopo i 50 anni. Le fratture da fragilità ossea possono comportare danni significativi, spesso rendendo difficili le attività quotidiane come mangiare, vestirsi, lavarsi o fare la spesa. Coloro che subiscono una frattura dell”anca, hanno una probabilità del 40% di non poter più muoversi autonomamente. L”impatto fisico e psicologico è enorme‘.

Il rapporto, Broken bones, broken lives: A roadmap to solve the fragility fracture crisis in Europe, dimostra che, nonostante la disponibilità di terapie preventive e approcci gestionali efficaci per le fratture da fragilità ossea, il 73% delle donne e il 63% degli uomini di età superiore a 50 anni e affetti da osteoporosi non ricevono un”adeguata gestione o trattamento della malattia. Dopo una frattura da fragilità ossea, i pazienti hanno cinque volte più probabilità di subire una seconda frattura entro i due anni successivi, tuttavia, la maggior parte di essi non riceve un trattamento che potrebbe impedire questa seconda frattura.

L”impatto sociale e quello economico delle fratture da fragilità ossea evidenziano la necessità e l”urgenza di implementare i modelli di cura migliori. Modelli come l”Orthogeriatric Services e il Fracture Liaison Services hanno dimostrato di offrire risultati migliori per i pazienti e trattamenti efficaci a basso costo in Paesi come Australia, Canada, Nuova Zelanda, Singapore, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti.

Somministrando cure mediche adeguate, molte fratture da fragilità ossea potrebbero essere evitate. I legislatori svolgono un ruolo cruciale nel finanziamento di servizi diagnostici e interventi economicamente vantaggiosi, come trattamenti farmacologici, programmi di prevenzione delle cadute e modelli coordinati di cura, oltre a rafforzare gli standard necessari per gli operatori sanitari e le istituzioni.

Il professor Cyrus Cooper, Presidente di IOF, commenta: ‘Con l”aumento dell”onere delle fratture da fragilità ossea che grava sui sistemi sanitari in tutta Europa, la nostra ambizione è che rapporti come questo possano aiutare le parti interessate a intraprendere le azioni necessarie per ridurre i costi associati e impedire alle ossa fratturate di condizionare negativamente la vita dei pazienti. Mentre la stretta economica delle fratture da fragilità ossea colpisce i sistemi sanitari, ora è il momento di agire e aumentare la nostra risposta a questa minaccia silenziosa. Chiediamo alle autorità sanitarie di accelerare questo processo, dando la priorità agli standard di cura e ai finanziamenti al fine di sostenere una gestione efficace delle fratture da fragilità ossea, evitando così l”escalation dei costi correlati’.

Oltre al rapporto europeo, sono disponibili rapporti dettagliati per singolo Paese: Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia e Regno Unito.

Cooper conclude: In tempi di tagli per la spesa sanitaria, non possiamo più permetterci di ignorare la prevenzione e la gestione delle fratture da fragilità ossea’.

Per ulteriori informazioni sui rapporti, visitare http://www.iofbonehealth.org/broken-bones-broken-lives

 

Note per i redattori:   

L”osteoporosi è una condizione nella quale le ossa si indeboliscono più velocemente del normale, diventando fragili e più propense a rompersi. Anche il minimo urto o caduta possono provocare la rottura di un osso (noto come ‘frattura da fragilità’). Dopo aver riportato la prima frattura, la probabilità di incorrere in un”altra aumenta notevolmente. In tutto il mondo, 1 donna su 3 e 1 uomo su 5 di età superiore a 50 anni subisce fratture a causa dell”osteoporosi.

Oltre al rapporto europeo cui si fa riferimento, sono disponibili rapporti dettagliati per singolo Paese: Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia e Regno Unito.

Qui sono disponibili le versioni specifiche per Paese: Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia, Regno Unito

Riferimento: Broken bones, broken lives: A roadmap to solve the fragility fracture crisis in Europe.

Informazioni sull”IOF   

L”International Osteoporosis Foundation (IOF) è la più grande organizzazione non governativa al mondo dedicata alla prevenzione, alla diagnosi e al trattamento dell”osteoporosi e delle patologie muscoloscheletriche a essa correlate. I membri dell”IOF, che comprendono esperti scientifici e 240 associazioni di pazienti e medici di tutto il mondo, collaborano per rendere la prevenzione delle fratture una priorità mondiale dell”assistenza sanitaria.  http://www.iofbonehealth.org

World Osteoporosis Day, October 20  www.worldosteoporosisday.org  

 

     (Photo: https://mma.prnewswire.com/media/771422/International_Osteoporosis_Foundation_Infographic.jpg )

Video: 
     https://www.multivu.com/players/uk/8421451-iof-warns-fragility-fractures-cost-billions/

GINEVRA, October 19, 2018 /PRNewswire/ —

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Recent Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi