In India è strage di elefanti investiti dai treni: online una petizione

Dal 2010, ben 49 elefanti sono stati uccisi dal passaggio di treni sulle rotaie secondo The Times of India. La morte più drammatica si è verificata all’interno della Buxa Tiger Reserve, dove si svolge una migrazione di elefanti tra l’India e il Bhutan. Ci sono cose diverse che le ferrovie …

News by:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo:

In India è strage di elefanti investiti dai treni: online una petizione

elefante investito da un treno in IndiaDal 2010, ben 49 elefanti sono stati uccisi dal passaggio di treni sulle rotaie secondo The Times of India.

La morte più drammatica si è verificata all’interno della Buxa Tiger Reserve, dove si svolge una migrazione di elefanti tra l’India e il Bhutan.

Ci sono cose diverse che le ferrovie potrebbero fare per prevenire queste morti inutili. Si potrebbe fermare il movimento di treni notturni che passano attraverso i percorsi degli elefanti, riserve naturali e parchi nazionali, costruire percorsi in altezza e sottopassi, nonché porre un limite di velocità.

Chiediamo all’India di prendere provvedimenti immediati per fermare queste morti inutili di elefanti che rischiano di essere colpiti da un treno.

Fonte:
http://www.globalpost.com/dispatches/globalpost-blogs/quick-click/elephant-killed-train-Indian-wildlife-reserve-photo

Firma la petizione su:
http://www.thepetitionsite.com/131/513/235/prevent-elephants-from-being-killed-by-trains/

Per questa news ringraziamo:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

In India è strage di elefanti investiti dai treni: online una petizione

In India è strage di elefanti investiti dai treni: online una petizione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi