Siria, archeologi trovano cimitero di corpi senza teste e antica bacchetta con volti umani scolpiti

Gli archeologi hanno portato alla luce un manufatto antico scolpito con due volti umani realistici in Siria meridionale. Vecchio di circa 9.000 anni fa, il manufatto è stato scoperto nei pressi di un cimitero dove circa 30 persone sono state sepolte senza le loro teste – trovate in uno spazio nelle vicinanze. …

Siria, archeologi trovano cimitero di corpi senza teste e antica bacchetta con volti umani scolpiti

antica bacchetta con volti umani scolpitiGli archeologi hanno portato alla luce un manufatto antico scolpito con due volti umani realistici in Siria meridionale.

Vecchio di circa 9.000 anni fa, il manufatto è stato scoperto nei pressi di un cimitero dove circa 30 persone sono state sepolte senza le loro teste – trovate in uno spazio nelle vicinanze.

“La scoperta è molto insolita. E ‘unica nel suo genere,” ha detto il coautore dello studio Frank Braemer, un archeologo presso il Centre National de la Recherche Scientifique in Francia.

La bacchetta, che è stata probabilmente utilizzata in un rito funebre a lungo perduto, “è una delle poche rappresentazioni naturalistiche di volti umani di questo tempo”, afferma Braemer.

I ricercatori hanno prima scoperto la bacchetta durante gli scavi nel 2007 e nel 2009 in un sito nel sud della Siria chiamata Dì Qarassa, dove c’è una collinetta artificiale fatta dai detriti della vita umana quotidiana gradualmente costruita a strati nel corso dei millenni. (Anche se molti dei siti archeologici sono stati saccheggiati o bombardati da quando è iniziata la guerra civile siriana, il sito si trova in una zona abbastanza tranquilla, finora sfuggita ai danni dagli episodi bellici.)

Altre testimonianze archeologiche dal sito suggeriscono che gli antichi abitanti erano tra i primi agricoltori del mondo, consumando il farro (un tipo di frumento), orzo, ceci e lenticchie, e da pastore o da caccia capre, gazzelle, maiali e cervi, scrivono gli autori nel marzo numero della rivista Antiquity.

Dopo che gli scheletri e la bacchetta sono stati sepolti, qualcuno sembra aver scavato e rimosso i teschi, mettendoli nella parte abitata dell’insediamento.
sito archeologico in siriaLa bacchetta di ossa è statoa probabilmente ricavata da una costola di un uro, l’antenato selvatico di vacche, ed è lunga circa 4,7 pollici (12 centimetri). Due volti dall’aspetto naturale, con gli occhi chiusi, sono stati scolpiti sull’osso, anche se la bacchetta è stata intenzionalmente rotta a entrambe le estremità, con più facce, probabile origine che adornano il personale.

Lo scopo della reliquia e il simbolismo rimangono un mistero.

“E ‘chiaramente legata a rituali funerari, ma che tipo di rituali, è impossibile da raccontare”, ha detto Braemer a Live Science.

Il ritrovamento segna un passaggio nella cultura verso un interesse più deciso per la forma umana. Vecchi manufatti in genere si concentravano su rappresentazioni stilizzate o schematiche di esseri umani o raffigurazioni realistiche di animali. L’arte rinvenuta in quello che oggi è la Giordania e l’Anatolia dallo stesso periodo di tempo impiega anche, rappresentazioni naturali delicati della forma umana, suggerendo questa tendenza emersa simultaneamente in regioni in tutto il Medio Oriente.

L’innovazione artistica può essere legata al desiderio emergente di creare rappresentazioni materiali di identità e personalità, gli autori scrivono nel documento.
scheletro senza testa ritrovato in un sito archeologico in Siria
Perché qualcuno ha recuperato i teschi e li ha messi nelle aree di vita dell’insediamento è poco chiaro. Ma gli archeologi hanno portato alla luce reperti simili a quelli trovati a Gerico, Israele, risalenti a circa 9000 anni fa, dove i teschi degli antenati erano coperti di gesso e dipinti ai tratti del viso e depositati in spazi abitativi.

Una possibilità è che la pratica era una forma di culto degli antenati, in cui i volti umani rappresentavano la presenza viva di esseri soprannaturali in una forma umanizzata.

“E ‘possibile anche le teste in mostra fossero in realtà trofei vinti dai nemici”, ha concluso Braemer.

Fonte: http://news.yahoo.com

Per questa news ringraziamo:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Siria, archeologi trovano cimitero di corpi senza teste e antica bacchetta con volti umani scolpiti

Siria, archeologi trovano cimitero di corpi senza teste e antica bacchetta con volti umani scolpiti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi