Scoperta la proteina salva cuore: identificato il meccanismo che ripara danni da infezioni o infarto

Regolando le funzioni di un gene sembra che sia possibile far rigenerare i tessuti del cuore, danneggiati da un infarto o a seguito di un’infezione. La sensazionale scoperta, pubblicata sulla rivista Nature, si deve a ricercatori della John Hopkins University stando ai quali ciò è possibile grazie a una …

Scoperta la proteina salva cuore: identificato il meccanismo che ripara danni da infezioni o infarto

cuoreRegolando le funzioni di un gene sembra che sia possibile far rigenerare i tessuti del cuore, danneggiati da un infarto o a seguito di un’infezione.

La sensazionale scoperta, pubblicata sulla rivista Nature, si deve a ricercatori della John Hopkins University stando ai quali ciò è possibile grazie a una proteina che regola il processo di divisione cellulare.

A differenza di molti altri tipi di cellule, quelle cardiache non sono in grado di rinascere una volta danneggiate. Ma grazie all’anomalia di un gene, rilevata in due fratelli, gli scienziati hanno scoperto l’importanza di una proteina nella riproduzione delle cellule cardiache.

Cellule che, nei due casi in esame, continuavano a riprodursi, contrariamente a quanto noto fino ad oggi. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, una scoperta importante, che apre la strada a nuovi studi e, si spera, a nuove terapie.

Lecce, 4 marzo 2014
Giovanni D’AGATA

Per questa news ringraziamo:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Scoperta la proteina salva cuore: identificato il meccanismo che ripara danni da infezioni o infarto

Scoperta la proteina salva cuore: identificato il meccanismo che ripara danni da infezioni o infarto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi