REDDITO ASSOLUTO E REDDITO RELATIVO

4 hour work week
Tra le varie letture di questi giorni d’estate mi sono imbattuto in un libro un po’ sui generis, scritto da Timothy Ferriss, dal titolo “4 ore alla settimana – ricchi e felici lavorando 10 volte meno“. Il giovane autore racconta la sua biografia in cui invita il lettore a rivoluzionare il suo stile di vita, evidenziando un messaggio importante: ciò che più conta nella vita è il tempo dedicato alle proprie passioni ed attitudini, non il denaro o le ricchezze che puoi accumulare. L’autore ha messo in pratica questi propositi, ha 35 anni ed è passato da un reddito di 40mila dollari l’anno lavorando 80 ore alla settimana a 40mila dollari al mese lavorando solo 4 ore alla settimana. Come il sottoscritto anche Ferriss dichiara che stare chiusi in un ufficio 7/8 ore al giorno è una convenzione e, come tale, può essere abolita. Io aggiungo che non solo è una convenzione, ma il lavoro è diventato uno dei migliori strumenti di schiavitù imposti dall’oligarchia al potere (banche e corporations) al solo scopo di controllarci e lobotomizzarci (un essere umano “libero” di pensare è pericoloso per il “sistema”), poichè da esseri umani ci hanno abilmente trasformati in “unità produttive” (è così che siamo descritti nelle statistiche), nonostante disponiamo di tutti i mezzi necessari per poter lavorare 1/10 di quanto siamo obbligati a fare adesso per sopravvivere.
Al di là delle soluzioni offerte dall’autore vorrei citarvi un passo del libro che spiega la differenza tra il reddito assoluto e il reddito relativo, in cui si mescolano denaro e tempo.

Affrontiamo la questione come se si trattasse di un problema matematico. Due tizi che lavorano sodo si muovono l’uno verso l’altro. Il tizio A si muove a una velocità di 80 ore settimanali e il tizio B a una velicità di 10 ore settimanali. Entrambi guadagnano 50.000 dollari l’anno. Chi sarà il più ricco alla fine della fiera? Se avete risposto B, avete risposto correttamente, e questa è la differenza tra il reddito assoluto e relativo.
Il reddito assoluto si misura utilizzando un’unica variabile sacra e inalterabile: il denaro grezzo e onnipotente. Caio guadagna 100.000 dollari l’anno ed è perciò due volte più ricco di Sempronio, che ne guadagna 50.000.
Il reddito relativo utilizza due variabili: il denaro e il tempo, di solito le ore. L’intero concetto di <> è arbitrario e può facilmente trarre in inganno. Facciamo meglio i conti. Caio guadagna 100.000 dollari l’anno, 2000 dollari per ciascuna delle 50 settimane dell’anno, e lavora 80 ore settimanali. Di conseguenza, Caio guadagna 25 dollari all’ora. Sempronio guadagna 50.000 dollari all’anno, 1000 dollari per ciascuna delle 50 settimane all’anno, ma lavora 10 ore settimanali e di conseguenza guadagna 100 dollari all’ora. Per quanto riguarda il reddito relativo, Sempronio è quattro volte più ricco di Caio.
Salvatore Tamburro

Read more REDDITO ASSOLUTO E REDDITO RELATIVO