Raro video di un regaleco sulla spiaggia, la leggenda dei “serpenti di mare” ha un fondo di verità

Il regaleco, detto anche “Re delle aringhe” (Regalecus glesne) è il più grande pesce osseo del mondo, e di solito non arrivano lungo le spiagge. A loro piace la profondità di circa 650 metri, e più in basso a 3.000 piedi. Ma a marzo, un gruppo affiliato con il Chicago Shedd …

Raro video di un regaleco sulla spiaggia, la leggenda dei “serpenti di mare” ha un fondo di verità

Regalecus glesneIl regaleco, detto anche “Re delle aringhe” (Regalecus glesne) è il più grande pesce osseo del mondo, e di solito non arrivano lungo le spiagge. A loro piace la profondità di circa 650 metri, e più in basso a 3.000 piedi. Ma a marzo, un gruppo affiliato con il Chicago Shedd Aquarium ha incontrato due esemplari che nuotavano vicino alla riva del Mar di Cortés, in Messico. Ecco il video:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questi “nastri argentei” acquatici immortalati nel video sono lunghi qualcosa come 15 metri, ma un regaleco può crescere sino a tre volte quella dimensione.

Quando un regaleco va finire in tali acque poco profonde di solito lascia presagire una brutta fine per il pesce, in quanto generalmente non si avventurano in quella porzione di mare a meno che non siano feriti o morenti. Le analisi su due re delle aringhe rinvenuti lo scorso autunno hanno mostrato che uno di loro era gravemente infestato da parassiti.

Gli altri possono solo sono andati perduti. Da LiveScience :

Gli scienziati della US National Oceanic e Sud-Ovest della pesca Science Center di Atmospheric Administration hanno eseguito un esame necroscopico (una versione animale di un’autopsia) sul regalego più piccolo che trovato a nord di San Diego. Russ Vetter, un biologo NOAA, ha detto in un podcast dall’agenzia che il pesce era molto fresco e sembra essersi arenato poco prima di morire …. Vetter sospetta che le creature siano state trasportate più vicino a riva da una forte corrente oceanica. Questi animali sono scarsi nuotatori e di conseguenza si lasciano trasportare da queste potenti correnti sottomarine.

A causa della rarità di avvistamenti e la forma e indimenticabile dei pesci, questi pesci sono entrati nel regno della leggenda: basta guardare il filmato, e si può facilmente immaginare dove storie sui serpenti di mare possano aver avuto inizio. Una ripresa sottomarina:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Per questa news ringraziamo:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Raro video di un regaleco sulla spiaggia, la leggenda dei “serpenti di mare” ha un fondo di verità

Raro video di un regaleco sulla spiaggia, la leggenda dei “serpenti di mare” ha un fondo di verità

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi