Quando richiedere la cessione del quinto e come fare

La cessione del quinto risulta essere la soluzione migliore per i lavori dipendenti che hanno bisogno di accedere velocemente al credito con tassi convenienti.

Tra le tante forme di prestito diffuse negli ultimi anni, la cessione del quinto resta tra le prime posizioni grazie ai tempi rapidi di erogazione dell’importo sul proprio conto corrente e grazie alla semplicità attraverso cui è possibile richiederla. A differenza degli anni passati, i tassi di interesse sono stati ridotti notevolmente e oggi è possibile beneficiare di condizioni molto competitive.

La cessione del quinto può essere effettuata anche sulla pensione, e come nel caso di un lavoratore, è accompagnata da una polizza a garanzia del rischio caso morte e cessazione del rapporto di lavoro con vincolo a favore dell’ente che eroga il prestito.

Che cos’è la cessione del quinto

 

La cessione del quinto dello stipendio è un prestito non finalizzato a firma singola e la sua restituzione avviene tramite rate mensili che detraggono il 20% dello stipendio mensile netto percepito.

Il pagamento viene effettuato mediante una trattenuta diretta sulla busta paga del richiedente, attraverso un versamento automatico da parte del datore di lavoro all’istituto che ha concesso il prestito. Lo stesso procedimento è valido anche per la cessione del quinto sulla pensione. L’importo della rata di rimborso non potrà mai superare il quinto dell’importo netto dello stipendio o della pensione.

La cessione del quinto rientra nella categoria dei prestiti non finalizzati, quindi non è necessario lo scopo per cui la si richiede ed è una tipologia di prestito rapido e sicuro.

Chi può richiedere la cessione del quinto

La cessione del quinto dello stipendio può essere richiesta da lavoratori dipendenti assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato, mentre la cessione del quinto della pensione può essere richiesta da tutti i pensionati che percepiscono una pensione superiore all’importo minimo erogato per legge.

Quando un lavoratore richiede una cessione del quinto, l’istituto provvede a valutare l’idoneità tributaria e finanziaria del cliente e la sostenibilità finanziaria dell’azienda, quest’ultima verrà analizzata sulla base del suo capitale sociale e sul numero di dipendenti assunti.

 

Per richiedere la cessione del quinto bisogna fornire i seguenti documenti all’istituto di credito:

  • Carta d’identità;
  • Codice fiscale;
  • Ultime due buste paga, CUD e certificato di stipendio per i lavoratori;
  • Ultimi due cedolini pensione, CUD e certificato di pensione per i pensionati;
  • Eventuale altra documentazione specifica nel corso dell’istruttoria.

 

 

I vantaggi della cessione del quinto

I vantaggi offerti dalla cessione del quinto sono diversi, data la sua forma di finanziamento non finalizzato: il primo beneficio riguarda la possibilità di non dover fornire il motivo per il quale viene richiesto il prestito.

Un secondo vantaggio consiste nella comodità di pagamento, in quanto la rata mensile viene automaticamente restituita attraverso una trattenuta della rata direttamente dalla busta paga o dalla pensione. La restituzione automatica comporta anche un terzo vantaggio, legato alla sicurezza e ai mancati rischi di ritardo.

A differenza di altri prestiti, la cessione del quinto non necessita di garanzie specifiche in fase di richiesta ma l’unica sottoscrizione obbligatoria è l’assicurazione sulla vita e/o la polizza rischio impiego, volte a tutelare il creditore in casi di morte o licenziamento.

Un quarto vantaggio riguarda l’accessibilità a questa tipologia di prestito che, a differenza di molti altri, può essere richiesta anche da chi è considerato cattivo pagatore, in quanto la rata mensile viene trattenuta direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico e versata all’istituto di credito.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi