Opportunity trova le prove: “Marte era come la Terra miliardi di anni fa, ora è congelato”

Dieci anni dopo essere atterrato su Marte, il rover “Opportunity” della NASA ha colpito ancora: Questa volta, gli scienziati del rover stanno segnalando nuove prove che la vita avrebbe prosperato miliardi di anni fa sul Pianeta Rosso. Non molto tempo dopo Opportunity, il rover a sei ruote rimbalzato in …

Opportunity trova le prove: “Marte era come la Terra miliardi di anni fa, ora è congelato”

stratificazione di roccia trovata su localita  Whitewater di MarteDieci anni dopo essere atterrato su Marte, il rover “Opportunity” della NASA ha colpito ancora: Questa volta, gli scienziati del rover stanno segnalando nuove prove che la vita avrebbe prosperato miliardi di anni fa sul Pianeta Rosso.

Non molto tempo dopo Opportunity, il rover a sei ruote rimbalzato in superficie nel 2004, si è imbattuto in formazioni geologiche trovando acqua stagnante, suggerendo una sorta di abitabilità antica su Marte. Le analisi hanno indicato che l’acqua era salata e altamente acida – un ambiente che sarebbe stato adatto solo per gli organismi più resistenti conosciuti sulla Terra.

Un arrivo più recente, disponibile sul sito di migliaia di chilometri di distanza. Ciò suggerisce che le condizioni amichevoli di vita avrebbero potuto esistere per centinaia di milioni di anni.

“La battuta finale ecco che le rocce più antiche di Opportunity esaminate sono state formate sotto condizioni molto blande – condizioni che sarebbero state molto meglio per la vita, e anche molto meglio per la conservazione dei materiali organici che sarebbero stati prodotti”, ha detto Ray Arvidson, uno scienziato planetario presso la Washington University di St. Louis.

Arvidson è l’autore di un documento di ricerca sui risultati, pubblicati nel numero del Venerdì della rivista Science. I risultati provengono dallo studio di Opportunity di Matijevic Hill, una zona sul bordo del 14-wide-mile Endeavour Crater.
questo scatto di opportunity su Marte mostra sferule incastrate nella roccia
Indizi visti dall’orbita:
Il rover a sei ruote ha sorvegliato sul bordo del cratere per più di due anni, ma indicazioni fornite dallo strumento della NASA Mars Reconnaissance Orbiter hanno indicato la parte rocciosa di Matijevic Hill come una potenziale nuova frontiera. Lo strumento CRISM dell’orbiter raccolse note di smectite di ferro, un tipo di minerale argilloso si forma tipicamente in presenza di acqua.

Quando Opportunity arrivò sulla scena, con il suo strumento ad abrasione analizzò la loro composizione attraverso la sua particella alfa spettrometro a raggi X, o APXS. Ha inoltre preso uno sguardo da vicino su sferule a forma di bacca incastonate nella roccia, oltre a fratture che sono state riempite con solfato di calcio. Tutte quelle linee di evidenza hanno indicato un processo di formazione che ha avuto luogo in presenza di acqua neutra o lievemente acida.

“Le fratture avevano più acqua che vi passava attraverso, e le condizioni erano lievi,” Arvidson riferisce a NBC News. “Se fossi di nuovo lì in quel periodo, e ho voluto fare un bene per la mia casa estiva, sarei andato giù in quelle fratture perché ci sarebbe acqua potabile.”

Curiosity ha trovato segni di condizioni miti simili al Gale Crater, non lontano da dove è atterrato nel mese di agosto 2012. Il sito che Curiosity ha esplorato si pensa fosse stato un lago pieno d’acqua, circa 3,6 miliardi di anni fa. Le rocce esaminate da Opportunity sono significativamente più vecchie, e certamente più vecchie del cratere stesso di Endurance, forse 4.000 milioni anni di età. Ciò suggerisce che le aree di Marte avrebbero potuto essere abitabili in un arco di diverse centinaia di milioni di anni.

“Sono condizioni acquose miti estese per un lungo periodo di tempo, e su una vasta area,” detto Arvidson. “Mars probabilmente ha avuto una serie di ambienti abitabili, e poi è andato in questo periodo di essiccazione-out, e l’intero sistema è andato a congelarsi”.

Arvidson ed i suoi colleghi hanno discusso alcuni dei loro risultati lo scorso anno, sulla base delle loro analisi di una roccia su Matijevic Hill che è stata soprannominata Esperance. Il documento di Science compila il quadro con altri campioni e contesto geologico.

I quesiti rimangono in sospeso:
Opportunity non può eseguire test che sono così dettagliati come gli esperimenti che può eseguire, quindi non in grado di rilevare i tipi di prodotti chimici organici che servirebbero per studi più approfonditi. Ma può controllare l’ambiente e aiutare gli scienziati a capire più precisamente come si sono formate le rocce antiche. Hanno iniziano come depositi di cenere vulcanica, o erano fissate come sedimenti fluviali o sedimenti lacustri? Ulteriori indagini probabilmente risponderanno alla domanda.

Arvidsen afferma che lui e i suoi colleghi vogliono anche continuare il loro studio di una strana roccia saltata fuori nel campo di Opportunity questo mese e che è stata paragonata a una ciambella gelatina. “Sono incuriosito dalle letture preliminari restituiti dagli strumenti del rover”.

“Non abbiamo mai visto questa composizione prima”, ha detto Arvidson. “E ‘ad alto contenuto di zolfo, manganese, fosforo, ferro …. Essa rappresenta una deposizione piuttosto consistente di sali e ossidi.”

I risultati circa l’acqua potabile e quelle sulla roccia gelatinosa a ciambella dimostrano che Opportunity può ancora fare scienza utile dopo 10 anni, anche se ha una ruota saltata ed un braccio robotico artritico. Un decennio fa, il team scientifico del rover anticipò che lo stesso sarebbe funzionato ancora per soli 90 giorni – così stanno iniziando a diminuire le cose che Opportunity potrà fare?

“Santi numi, no”, ha detto Arvidson. “Niente affatto”.

Fonte: www.nbcnews.com

Per questa notizia ringraziamo:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Opportunity trova le prove: “Marte era come la Terra miliardi di anni fa, ora è congelato”

Opportunity trova le prove: “Marte era come la Terra miliardi di anni fa, ora è congelato”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi