Moltiplicatori di pressione: un’opzione da considerare

Utilizzare dei moltiplicatori di pressione all’interno di sistemi idraulici può rappresentare al giorno d’oggi un’ottima soluzione; anche se accade spesso che questa opzione non venga presa in considerazione e abbandonata anzitempo senza attuare le giuste considerazioni.

Se ci rivolgiamo infatti ad un mercato incentrato sui principali paesi industrializzati, dove ogni singolo e all’apparenza minimo guadagno rappresenta un forte ricavo aziendale, l’utilizzo di moltiplicatori di pressione all’interno di sistemi idraulici potrebbero far risparmiare sia in fatto di denaro, ma anche di spazio e peso dei materiali.

Trascurare una soluzione del genere significa non adottare soluzioni precise ed accurate ed affidarsi a sistemi spesso scadenti. All’interno dei sistemi idraulici è infatti necessario il più delle volte utilizzare pressioni di esercizio variabili; è dimostrato in questo caso come sia possibile sviluppare una forte efficienza grazie a questo particolare moltiplicatore. In questo modo sarà possibile regolare con assoluta precisione il valore della pressione rispetto al carico necessario considerato.

Il problema da non sottovalutare riguarda l’usura dei materiali. Con sistemi di questo tipo, privi di meccanismi atti a moltiplicare la pressione, si creeranno costanti processi di deterioramento dei materiali utilizzati. In questo modo non sarà possibile avere una reale efficienza legata anche al fatto che ogni singola perdita di pressione sviluppa un forte logorio tra tutti gli elementi in movimento coinvolti.  

Per risolvere questa problematica sono state attuate alcune soluzioni legate a sistemi realizzati con diverse pompe unite in maniera che il flusso volumetrico inviato dipenda esclusivamente dalla pressione di esercizio necessaria in quel dato momento.

Questo sistema rivela alcune pecche nei macchinari dove l’alta pressione è necessaria e richiesta soltanto in intervalli di tempo ridotti, intervalli molto bassi se si considera la durata del ciclo di produzione della macchina in questione.

Un altro dato positivo che emerge dall’utilizzo di moltiplicatori di pressione all’interno di impianti industriali di questo tipo riguarda le dimensioni con cui veniamo a contatto. Questi moltiplicatori sono infatti sistemi molto più compatti rispetto ad altri macchinari solitamente utilizzati; il tutto considerando che ci troviamo di fronte ad un meccanismo con valvole integrate.

Un macchinario come quello qui proposto consente di iniziare un determinato tipo di lavoro soltanto nel momento in cui si rivela necessaria alta pressione; negli altri frangenti il moltiplicatore di pressione ha un tipo di lavoro passivo. Non avviene in questo caso alcun tipo di logorio o consumo interno lasciando inalterate le prestazioni del sistema.

Tutte le prestazioni di elementi quali ad esempio i moltiplicatori di pressione sono monitorate costantemente da esperti della Camar Spa, leader del settore per assistenza tecnica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi