Making Waves: trasformare le scansioni cerebrali in arte 3D-stampata – video

In una galleria di sei piani sopra Broadway, l’artista Ion Popian mostra le sue scansioni cerebrali. Ci sono tre di loro nel centro della stanza, mappe in plastica lunghe circa 2,5 metri, un pasticcio di punti di dati e la geometria. In un angolo, dietro una tenda, i visitatori indossano …

Making Waves: trasformare le scansioni cerebrali in arte 3D-stampata – video

In una galleria di sei piani sopra Broadway, l’artista Ion Popian mostra le sue scansioni cerebrali. Ci sono tre di loro nel centro della stanza, mappe in plastica lunghe circa 2,5 metri, un pasticcio di punti di dati e la geometria. In un angolo, dietro una tenda, i visitatori indossano una elettroencefalografia (EEG) che monitora e mostra video in microscala, concepiti per incoraggiare il loro cervello in certe reazioni. Il risultato viene poi proiettato sull’altro lato del muro dietro di loro, urti imperscrutabili, fossette in un quadrato piatto rotante. Quando la fossetta va giù, Popian ci dice, rappresenta la concentrazione. Quando la fossetta sale, rappresenta un senso di calma.

Il progetto si chiama Mental Fabrications, un progetto artistico che mira a mappare il paesaggio mentale della mente attraverso una combinazione di letture di EEG e la stampa 3D. Questo è un modo high-minded per descriverlo, ma in termini concreti reali, il punto è solo quello di ottenere un segnale al cervello e stamparlo in un modo da farlo sembrare interessante e mantenendo qualche connessione alla sorgente. Che suona semplice, ma significa tracciare una trasmissione malfamata attraverso un labirinto di diverse tecnologie, la maggior parte dei quali non sono mai stati utilizzati in questo modo prima. Popian ci ha provato e il risultato è davvero impressionante.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il processo inizia con un semplice auricolare NeuroSky di 80 dollari. Si tratta di un monitor EEG, il che significa che monitora l’attività elettrica lungo il vostro cuoio capelluto. Auricolari come questo sono stati inventati per rilevare l’epilessia e monitorare i pazienti in coma, ma in realtà non dicono molto su un normale cervello adulto, e ci sono enormi variazioni in base a come sono seduti sulla vostra testa. Ai fini del progetto artistico, i segnali importanti sono le onde alfa, una misura di calma, e un altro segnale che indica la concentrazione. Il computer richiede questi due segnali e, eseguendoli attraverso il linguaggio MaxMSP dELLA programmazione visuale, emergono una serie di sculture 3D-stampate, compresa la scheda fossetta sopra descritta.

Le sculture assomigliano ad un vaso curvo. Un altra è una ricostruzione in plastica del famosa copertina di Joy Division dell’album Unknown Pleasures. Al centro della galleria, ci sono tre modelli che assomigliano ad onde dolci. E ‘un modo rilassante di pensare a dati che, in circostanze normali, si presentano come una foresta di puntini. “Si creano queste topografie reali, queste altezze reali in base ai valori che l’EEG preleva”, dice Popian. Naturalmente, Popian non si preoccupa di visualizzazione dei dati. Si avvicina alle curve come un artista, o forse come un architetto. Popian è formato come architetto, ed i modelli funzionano sorprendentemente bene come dei pezzi architettonici. In una foto, Popian immagina anche in quel modo, rendendo il moto delle onde come un edificio delle dimensioni di un hangar, con migliaia di persone al riparo sotto un tetto a forma di onde cerebrali. Lui lo definisce un “paesaggio mentale”, sospeso sopra quello fisico.

La sorpresa più grande è il significato stesso del progetto per la stampa EEG e 3D. Entrambe le tecnologie sono nella loro fase iniziale e ancora non è utile per il consumatore medio. La stessa unità Makerbot coinvolta nell’esperimento è sempre un colpo al Maker Faire, ma non è diventato la fonte di beni liberamente progettati che molti prevedevano. EEG può essere uno strumento criminale, peggio ancora, con i produttori facendo promesse di dispositivi cerebrali controllati, solo per i consumatori per scoprire che la connessione non è abbastanza affidabile per funzionare anche come un giocattolo. In entrambi i casi, c’è una grande domanda persistente: a quale benefico scopo potrebbe essere utilizzato?

Mental Fabrications ha una vera risposta. Il segnale di onde alfa potrebbe non essere sufficientemente affidabile per la scienza, ma è davvero un segnale dal cervello, e che dà i suoi picchi e valli una specie di magia. Allo stesso tempo, l’attuale generazione di stampe 3D potrebbe non essere abbastanza resistente per uso industriale, ma sono perfette della magia in una forma tangibile, trasformandola in qualcosa che possiamo vedere e toccare. Il progetto artistico di Popian è possibile solo perché esistono le tecnologie, ma sta anche dando le due tecnologie una sorta di scopo che non hanno mai avuto prima. Gli ingegneri hanno dimostrato ciò che i dispositivi possono fare, e ora gli artisti sono intervenuti per mostrare ciò che di cui sono buoni a fare. E’ una notizia interessante per EEG, ma anche una lezione interessante per le tecnologie a metà adottate su tutta la linea, dal potere senza fili alla ricerca del SmartWatch consumer-ready. A volte l’ingrediente mancante non è più l’ingegneria, bensì l’arte.

Fonte: www.theverge.com

Per questa notizia si ringrazia:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Making Waves: trasformare le scansioni cerebrali in arte 3D-stampata – video

Making Waves: trasformare le scansioni cerebrali in arte 3D-stampata – video

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi