Le bolle finanziarie sono invenzioni psicologiche ?

di Matteo Corsini da Movimento Libertario “Essendo sostanzialmente fenomeni socio psicologici, le bolle sono, per loro natura, difficili da controllare.” (R. Shiller) Ho preso queste parole di Robert Shiller, noto professore a Yale e autore, tra gli altri, del bestseller “Irrational Exuberance”, da un articolo in cui si occupa …

Le bolle finanziarie sono invenzioni psicologiche ?

di Matteo Corsini da Movimento Libertario

“Essendo sostanzialmente fenomeni socio psicologici, le bolle sono, per loro natura, difficili da controllare.” (R. Shiller)

Ho preso queste parole di Robert Shiller, noto professore a Yale e autore, tra gli altri, del bestseller “Irrational Exuberance”, da un articolo in cui si occupa delle cosiddette bolle speculative, sostenendo, in sintesi, che ogni storia sia almeno in parte diversa dalle altre e che non sia affatto semplice controllarle.

Credo anche io che ciò che succede quando scoppia una bolla sia difficile, se non impossibile, da controllare, come è difficile controllare o tentare di indirizzare ogni fenomeno connesso all’azione umana. Per questo trovo controproducenti gli interventi di regolamentazione ex post che non fanno altro che introdurre nuove distorsioni ai meccanismi di mercato. Se non si è evitata la formazione di una bolla, si eviti almeno di introdurre distorsioni all’aggiustamento che segue al suo scoppio.

C’è una cosa, tuttavia, che Shiller non dice e che, invece, caratterizza buona parte delle bolle: si gonfiano in periodi di politica monetaria espansiva. Se, quindi, è meglio evitare di agire ex post per intralciare gli aggiustamenti di mercato, sarebbe semplice, volendo, fare opera di prevenzione, evitando le distorsioni dei tassi di interesse, oltre alle manipolazioni della quantità di moneta e della sua allocazione a opera delle banche centrali. Se, poi, si evitasse anche di introdurre, a livello legislativo o regolamentare, incentivi a questo o quel settore, le probabilità di formazione di bolle sarebbero ancora inferiori.

A quel punto gli alti e i bassi dei prezzi di determinati beni sarebbero dovuti all’andamento di domanda e offerta non soggetti a distorsioni. Li si potrebbe considerare fenomeni di mercato a tutti gli effetti e non avrebbe senso giudicare eccessivamente alto o eccessivamente basso un prezzo.

Ma sarebbe necessario abbandonare l’idea che l’economia possa essere manovrata come se si stesse giocando a Meccano. Un buon motivo per essere certi che di bolle ne vedremo gonfiarsi (quella attuale sui titoli di Stato ritenuti non rischiosi è abbastanza evidente) e scoppiare ancora tante.

Per questo post ringraziamo:

Roberto Gorini … le regole del denaro

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Le bolle finanziarie sono invenzioni psicologiche ?

Le bolle finanziarie sono invenzioni psicologiche ?

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi