Interrail per chi ama viaggiare

{CAPTION}

Viaggiare in treno in Italia e all’estero è possibile con l’interrail. Questa tendenza, negli ultimi anni, ha registrato un aumento del 7% nel numero dei passeggeri che hanno scelto questo speciale pass per viaggiare sulla strada ferrata, generando come ha informato Trenitalia il più 5% nei ricavi. Negli ultimi dieci anni, complessivamente, le vendite dei pass dell’Interrail sono più che raddoppiate passando, per esempio, da 100mila pass nel 2005 a più di 250mila ticket nel 2015.

Ma come funziona viaggiare con il pass Interrail? I pass sono ticket personali e non possono essere scambiati o ceduti ad altre persone tanto da dover presentare il passaporto o un documento di riconoscimento ai controllori. E’ possibile acquistare due diversi tipi di pass, quello Global Pass per circolare liberamente nei paesi aderenti e quello One Country Pass per circolare solo in un paese. L’Interrail è valido per un numero illimitato di viaggi che consente di viaggiare in tutto il territorio nazionale, accedendo a tutti i treni regionali rispetto alla classe indicata sul biglietto; sono previsti supplementi per le prenotazioni, i letti, le cuccette, i pasti a bordi e il cambio di classe per dirne alcuni. In Italia è da tener presente che con il pass è possibile viaggiare sui treni Trenord, ma non sui Malpensa Express e Leonardo Express.

Per acquistare l’Interrail è possibile recarsi presso le principali stazioni ferroviarie, nelle agenzie viaggio abilitate oppure online tramite il sito dedicato. Nel caso si sia costretti a rinunciare all’Interrail è possibile chiedere il rimborso necessariamente entro il giorno prima dell’inizio o provvedendo a far annotare la dicitura “non utilizzato” sempre prima del primo giorno di inizio. Il rimborso va chiesto entro un mese dall’ultimo giorno previsto dal biglietto; tali domande vanno presentate all’Impresa che ha emesso il ticket ed è da tener conto che verrà applicata una trattenuta del 15 per cento, non sono rimborsabili invece i biglietti parzialmente usati, idem per quelli smarriti o sostituiti.

Per chi cerca qualche consiglio sulle mete italiane da visitare, vanno segnalate le principali città dello stivale come Milano, Torino, Venezia, Genova, Verona, Firenze, Pisa, Siena, Orvieto, Perugia, Urbino, Napoli, Matera, Lecce e, ovviamente, Roma. Città di estrema bellezza, caratterizzate da arte e architettura inconfondibili.

Utile per chi viaggia conoscere e prenotare in anticipo dove pernottare durante tutte le tappe del viaggio onde evitare spiacevoli sorprese e rischiare di ritrovarsi all’agghiaccio; per chi si ferma nella capitale è consigliabile individuare ostelli e hotel stazione Termini.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi