Imu e Tasi: la Legge di Stabilità le abolisce

Cosa introdurrà la Legge di Stabilità per quanto riguarda l’abolizione di Imu e Tasi? I dettagli più importanti…

Imu e Tasi sono due delle tristi novità degli ultimi anni che influenzano negativamente il bilancio familiare degli italiani, sia che abbiano acceso un mutuo per l’acquisto della prima casa anni fa o recentemente, o sia che abbiano una casa di proprietà. L’Imu, è stata introdotta dal federalismo fiscale proposto dal governo Berlusconi IV, ed è l’imposta municipale unica che si applica sulla componente immobiliare del patrimonio; l’Imu unisce l’IRPEF, l’imposta sul reddito delle persone fisiche, le addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari su beni non locati e l’ICI, l’imposta comunale sugli immobili.
La Tasi, introdotta invece dalla Legge di Stabilità 2014, è l’imposta comunale che riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, e viene pagata a livello locale.

Con la Legge di Stabilità 2016 vengono, ben inteso in alcuni casi, abolite queste due imposte che hanno turbato i sonni degli italiani negli ultimi anni. Ecco i dettagli delle novità.

Imu e Tasi: il dettaglio degli edifici per i quali varrà l’abolizione

Quali italiani potranno beneficiare dell’abolizione di Imu e Tasi?
Innanzitutto, notizia più importante, verranno abolite Imu e Tasi sulla prima casa, tranne in alcuni casi specifici:

  • abitazioni signorili di categoria catastale A/1;

  • ville di categoria catastale A/8;

  • dimore storiche di categoria catastale A/9.

Per tutti gli altri immobili diversi dalla prima casa il pagamento non sarà eliminato e verrà stabilito dal Comune di pertinenza.

I dettagli dei terreni agricoli

Con la Legge di Stabilità sparirà anche l’Imu sui terreni agricoli (montani, semi-montani, pianeggianti) solo se utilizzati da coltivatori diretti, imprenditori agricoli professionali e società: questo comporterà un alleggerimento fiscale di 405 milioni di euro.

I dettagli di chi sta in affitto

Gli inquilini di una casa in affitto, stando alla Legge di Stabilità 2014, dovevano onorare il pagamento della Tasi (anche se spesso questo era eseguito dai proprietari di casa); con la Legge di Stabilità 2016 qualora un inquilino richieda la residenza nella casa in cui paga l’affitto, sarà esentato dal pagamento della Tasi.
Ultimo punto di interesse per i coniugi: se hanno due diverse abitazioni residenziali nello stesso Comune, dovranno pagare obbligatoriamente Imu e Tasi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi