Il Tesoro fa rifornimento a cominciare dall'Imu

Il Tesoro fa rifornimento a cominciare dall'Imu

RASSEGNA ECONOMICA

Il Tesoro fa rifornimento con l’Imu e le altre misure correttive. Secondo quanto reso noto dal Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, si sono attestate a 423,903 miliardi di euro nel 2012, con una crescita del 2,8% (pari a 11,697 miliardi di euro) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 

La crescita è ascrivibile agli effetti delle principali misure correttive adottate a partire dalla seconda metà del 2011 che hanno contribuito sul risultato del 2012 per oltre 21 miliardi di euro. Si tratta principalmente dell’Imu quota erario, dell’aumento aliquota ordinaria Iva e delle accise e delle modifiche alla tassazione delle rendite finanziarie. Al netto del gettito acquisito per effetto di tali misure, il risultato del 2012 sarebbe stato inferiore a quello del 2011 di circa il 2,5% sostanzialmente in linea con il peggioramento del quadro congiunturale. 


La crescita tendenziale del dato sarebbe ancora più sostenuta (+3,2%) se, ai fini di un confronto omogeneo, il risultato venisse calcolato al netto dell’imposta sostitutiva sul leasing immobiliare una tantum registrata nel mese di aprile 2011. In generale, comunque, il contributo più importante al risultato positivo delle entrate erariali viene dalle imposte dirette che hanno chiuso il 2012 con 10,686 miliardi di euro in più rispetto al 2011 per un ammontare complessivo di 228,776 miliardi di euro. 


Tra queste in particolare sono aumentati i gettiti di Irpef e Ires, rispettivamente dell’1,1% e dell’1,9%. La prima imposta ha portato nelle casse dello Stato 1.865 milioni di euro in più rispetto all’anno precedente per effetto dell’andamento positivo delle ritenute sui redditi dei lavoratori dipendenti privati (+2,4%) mentre la seconda ha fatto guadagnare 679 milioni di euro in più grazie alla “Robin Tax” (addizionale Ires nel settore energetico). L’imposta municipale (Imu), relativamente alla sola quota riservata allo Stato, ha fatto registrare nel corso del 2012 un gettito di 8.007 milioni di euro.


Le imposte indirette si sono, invece, attestate sostanzialmente allo stesso livello del 2011 (+1,011 miliardi di euro rispetto al 2011 pari a + 0,5%) per un ammontare complessivo di 195,127 miliardi di euro. Al netto dell’una tantum sul leasing immobiliare, le imposte indirette sono cresciute di 2,270 miliardi di euro pari a +1,2%. Il gettito Iva ha registrato complessivamente una flessione dell’1,9% (-2.232 milioni di euro) che riflette l’andamento negativo del prelievo sulle importazioni (-6,1%) e di quello sugli scambi interni (-1,2%) a seguito dell’andamento negativo del ciclo economico e della stagnazione della domanda interna nel corso del 2012. 


Ma il trend positivo registrato l’anno scorso non viene confermato dai dati riferiti al solo gennaio 2013. Nel primo mese di quest’anno le entrate tributarie erariali hanno registrato una flessione dell’1,3% tendenziale (-436 milioni di euro) a 32,244 miliardi. Le imposte dirette sono incrementate dell’1,7% (+364 milioni di euro) su base annua e tra queste l’Irpef ha fornito un gettito in rialzo del 2,3% (+472 milioni di euro). Le imposte indirette hanno registrato invece una diminuzione del 7,4% (-800 milioni di euro) e in particolare il gettito Iva è risultato in flessione del 5,0% (-268 milioni di euro).
fonte: Milanofinanza

Se vuoi approfondire questo argomento segui il link: Il Tesoro fa rifornimento a cominciare dall'Imu

Argomenti trattati: 1300 | Rassegna Economica: le notizie segrete o censurate dal mondo dell’economia adesso a portata di click
Altre informazioni inerenti Il Tesoro fa rifornimento a cominciare dall'Imu:
http://www.blogger.com/profile/12854443150020983288
Redazione
http://www.rassegnaeconomica.it/feeds/posts/default
RASSEGNA ECONOMICA
Le notizie segrete o censurate dal mondo dell’economia adesso a portata di click

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi