I tatuaggi più dolorosi: scopriamo perchè!

Decidere di farsi un tattoo può essere davvero una scelta dolorosa. Non stiamo parlando del lato emotivo, ma di quello fisico. Molti sono i punti del nostro corpo in cui una quantità di grasso insufficiente ed una breve distanza tra la pelle e le ossa, possono risultare davvero fastidiosi per chi si realizza un tatuaggio.

E’ utile ricordare, infatti, che il tatuaggio non è un semplice disegno, ma una serie di piccole punture che attraverso un ago, iniettano nella pelle il pigmento che andrà a comporre il tatuaggio; non proprio una passeggiata insomma. Il dolore dipende sempre dalla soggettività di ognuno e varia da diversi fattori.

Dove farsi un tatuaggio?

Uno dei posti più suggestivi dove realizzarsi un bel tattoo è sicuramente il piede. La superficie liscia e l’estensione oblunga di questo arto si prestano davvero a disegni suggestivi. L’altra faccia della medaglia è però rappresentata dall’estremo fastidio che si prova durante la realizzazione del tatuaggio.

Una zona del nostro corpo con poco grasso e con tante terminazioni nervose, non è un caso, infatti, che proprio sui piedi si senta maggiormente la sensazione del solletico. Un altro elemento da tenere bene in considerazione riguardo il tatuaggio sul piede, è che esso impiega dalle due alle tre settimane per guarire. Un’altra area del nostro corpo in cui la realizzazione del tatuaggio può fare davvero male è il collo. Ma non è solo il dolore che si sente la momento della realizzazione del tatto, ma anche quello che si percepirà nei giorni seguenti: il collo è infatti una delle aree del corpo che si muove maggiormente, quindi la guarigione del tattoo può avere davvero una lunga durata.

Il tatuaggio alle caviglie entra davvero tra i “guinnes” come uno dei tatuaggi maori in assoluto con più dolore. Non esiste nessun tipo di tessuto adiposo, per questo le perforazioni andranno ad essere effettuate quasi direttamente sulle ossa. Il dolore è comunque, come detto, sempre soggettivo, ma la bellezza dei tatuaggi ripaga di tutta la sofferenza: chi bello vuole apparire ..

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi