I geni suggeriscono che i cani discendono da una razza ormai estinta di lupo

L’ultimo studio genetico per rintracciare le origini dei cani conferma l’opinione che essi sono stati addomesticati da cacciatori-raccoglitori almeno 9.000 anni fa – ma i risultati sollevano quasi tutte le domande che rispondono. Che cosa è esattamente il tipo di lupo che dato luogo al “migliore amico …

I geni suggeriscono che i cani discendono da una razza ormai estinta di lupo

lupoL’ultimo studio genetico per rintracciare le origini dei cani conferma l’opinione che essi sono stati addomesticati da cacciatori-raccoglitori almeno 9.000 anni fa – ma i risultati sollevano quasi tutte le domande che rispondono.

Che cosa è esattamente il tipo di lupo che dato luogo al “migliore amico dell’uomo”? Si tratta di un addomesticamento derivante da un raro capriccio genetico, o si è trattato di alcuni esemplari che da lupi hanno si sono adattati per trarre vantaggio con il rapporto degli uomini?

Lo studio pubblicato sulla rivista PLoS Genetics non consente di risolvere tali questioni. Ma uno dei suoi autori senior, il genetista John Novembre, dell’University of Chicago, afferma che i ricercatori stanno lavorando per ottenere risposte.

“Gli studi sul DNA antico stanno per trasformarsi in qualcosa di molto eccitante per questo settore nel prossimo futuro”, ha detto a NBC News in una e-mail.

Novembre ha detto che lo studio integra il precedente lavoro che ha analizzato il DNA mitocondriale dai lupi moderni e di antichi lupi. Tale studio suggerisce che i cani discendano da un ceppo di lupo che da allora si è estinto. Il racconto genetico risulta però complicato, a causa di incroci tra cani e lupi negli ultimi tempi.

Lo studio PLoS Genetics si basa su analisi dettagliate dei genomi di due razze canine, un dingo in Australia e un Basenji il cui lignaggio risale in Africa. Sono stati inoltre analizzati i genomi di tre lupi che vivono in diverse parti del mondo: Croazia, Israele e Cina. Per completare il quadro, i ricercatori hanno sequenziato il genoma di uno sciacallo dorato e incluso il genoma pubblicato in precedenza di un ceppo proveniente dall’Europa.

I lupi sono stati selezionati per rappresentare le tre regioni del mondo che sono stati identificati come potenziali luoghi di origine dei cani domestici: Europa, Medio Oriente e Asia. “Questi sono le sequenze del genoma dei lupi di altissima qualità pubblicati fino ad oggi, e tra i primi”, ha detto Novembre. “Senza genomi di lupo di alta qualità, è difficile conoscere le origini dei cani.”

Lui e i suoi colleghi si aspettavano di trovare che le razze di cani avessero collegamenti genetici più vicini dei lupi sopra gli altri. Ciò avrebbe fornito un nuovo indizio nel romanzo poliziesco, ma non è quello che è successo. Invece, i risultati suggeriscono che il Basenji ed i dingo discendano da un vecchio avo simile al lupo.

“Forse il lignaggio più vicino di lupi ai cani è andato estinto e non è rappresentato bene dai lupi moderni”, ha detto Novembre. “Il libro antico del DNA mitocondriale suggerisce che l’antica stirpe di lupi può essere stata presente in Europa.”

Questo grafico delinea come le relazioni genetiche si siano evolute nel tempo, sulla base dei genomi di tre cani, tre lupi e uno sciacallo. I tempi stimati si basano su ipotesi riguardanti i tassi di mutazione:
relazioni genetiche cani lupi sciacalli

La ricerca precedente ha stimato che l’addomesticamento è avvenuto a volte tra i 18.000 e i 32.000 anni fa. L’articolo cita un altrettanto vasta gamma di date, da 9.000 a 34 mila anni. Entrambi i tempi anteriori alla nascita dell’agricoltura, avvenuta migliaia di anni fa. Tali constatazioni favoriscono la visione che i cani abbiano cominciato come compagni di caccia piuttosto che spazzini del villaggio.

Novembre e suoi colleghi hanno anche seguito i risultati precedenti sull’adattamento dei cani nel digerire l’amido, forse a causa della loro vicinanza agli insediamenti agricoli umani. Hanno determinato che la maggior parte dei cani hanno davvero un alto numero di geni amilasi che promuovono la digestione. Tuttavia, questo non è il caso per i cani che non hanno una stretta connessione con società agrarie, come l’husky siberiano e il dingo.

I ricercatori hanno trovato prove di geni amilasi in lupi, troppo. Presi insieme, i risultati forniscono ulteriore sostegno allo scenario del cane da caccia: i cani probabilmente hanno iniziato per lo più come mangiatori di carne, ma a poco a poco si sono adattati a una dieta amidacea.

Il record genetico suggerisce che i cani abbiano attraversato una popolazione stretta dal “collo di bottiglia”, dopo che si sono discostati da lupi. I lupi hanno un collo di bottiglia simile, il che potrebbe essere stato quando la razza del lupo che ha dato origine ai cani si è estinta. Perché si è verificato il collo di bottiglia? Questa è un’altra domanda ancora senza risposta.

“Presumibilmente, cambiamenti di habitat e disponibilità di prede come esseri umani espanse alterando parte del paesaggio della storia”, sostiene Novembre.

Fonte: www.nbcnews.com

Ti è piaciuta questa notizia? Seguici anche su Facebook cliccando “mi piace” su questa pagina:
www.facebook.com/GloboChanneldotcom

Per questo post si ringrazia:

Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

I geni suggeriscono che i cani discendono da una razza ormai estinta di lupo

I geni suggeriscono che i cani discendono da una razza ormai estinta di lupo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi