Guidare con assicurazione scaduta: cosa si rischia veramente?

La domanda a cui cerchiamo di rispondere oggi è sicuramente molto interessante per tutti gli automobilisti che, si spera senza volerlo, possono incappare in questa situazione descritta. Guidare senza assicurazione o con assicurazione scaduta comporta delle conseguenze molto pesanti, tra cui il sequestro del veicolo, e una sanzione compresa tra gli 841€ e i 3.287€, con un inasprimento molto più grave in caso di incidente con colpa, dal momento che, in alcuni casi, si perdono tutte le garanzie di sicurezza che un’assicurazione concede al proprio automobilista.

Per determinare il valore delle sanzioni in cui si incorre guidando senza assicurazione o con assicurazione scaduta, bisogna considerare un fattore molto importante, la data di scadenza della polizza: la prassi è infatti diversa a seconda che la polizza sia scaduta da meno o da più di 15 giorni.

Polizza auto scaduta da meno di 15 giorni

Se la polizza assicurativa della propria auto è scaduta da meno di due settimane, cioè da meno di 15 giorni, si rischia “solamente” una multa di circa 200€. Questo perché nei 15 giorni che seguono la scadenza di una polizza assicurativa annuale, la copertura rimane sempre comunque attiva.
In caso di incidente con colpa, l’eventuale risarcimento dovuto alla controparte sarà pagato ancora dalla vecchia compagnia assicurativa, ma questo non deve essere una scusante per far decorrere i termini di scadenza della polizza che, solitamente, vengono ricordati dalla propria compagnia assicurativa alcune settimane prima della naturale scadenza del contratto.

Polizza auto scaduta da più di 15 giorni

Se, invece, la polizza auto è scaduta da più di 15 giorni, le autorità applicheranno l’articolo 193 del Codice della Strada, che prevede innanzitutto il sequestro del veicolo. Questa situazione implica due possibili scelte per il proprietario dell’auto senza assicurazione:

  • riottenere il veicolo pagando la sanzione minima di 841€ e le spese di prelievo, trasporto e custodia dell’auto presso il deposito. In seguito a questa scelta, ci sarà l’obbligo di rinnovare la polizza auto per almeno 6 mesi;

  • fare demolire l’auto entro 30 giorni dalla contestazione della violazione; in questo caso verranno riconsegnati al proprietario i documenti, dietro pagamento di una cauzione pari al minimo della sanzione prevista (841€) e, una volta effettuata la demolizione, la cauzione di deposito sarà restituita, fatta eccezione per il 25% che sarà trattenuto come sanzione pecuniaria.

Prevenire è meglio che curare: attenzione alle scadenze

Per evitare sanzioni, o addirittura rischiare di vedersi contestare giustamente un reato, è consigliato tenere sempre sotto controllo le scadenze della propria polizza assicurativa, ricordando che i costi di ammende o delle pratiche di dissequestro del mezzo rappresentano un onere maggiore di qualsiasi polizza assicurativa che abbiate attivato tradizionalmente o online.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi