Elezioni tedesche: guerra di spot televisivi

Guerra di spot elettorali in Germania. Prima la SPD e poi la CDU hanno presentato il messaggio pubblicitario che verrà diffuso in televisione nei prossimi giorni. I due video non potrebbero essere più diversi. Quello dei socialdemocratici, Rednerpult des Vokes (Podio oratorio del popolo), mette al centro i semplici cittadini …

Elezioni tedesche: guerra di spot televisivi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Guerra di spot elettorali in Germania. Prima la SPD e poi la CDU hanno presentato il messaggio pubblicitario che verrà diffuso in televisione nei prossimi giorni.
I due video non potrebbero essere più diversi. Quello dei socialdemocratici, Rednerpult des Vokes (Podio oratorio del popolo), mette al centro i semplici cittadini e lo slogan “Il NOI decide” (in tedesco: Das WIR entscheidet). La linea che il Partito Socialdemocratico Tedesco (SPD) continua a sostenere è di un dialogo e confronto diretto con i cattidini.

I temi trattati dallo spot, evidentemente in modo molto sintetico, sono: salario minimo, pensioni, riforma fiscale, sicurezza nella sanità e posti negli asili nido. Solo alla fine compare Peer Steinbrück, quasi a garanzia di soddisfazione e realizzazione dei desideri, delle necessità e delle aspirazioni manifestati dai cittadini.
Lo spot della CDU è, al contrario, tutto concentrato sulla figura di Angela Merkel – vestita con una delle sue solite giacche, questa volta rossa, curiosaemnte, il colore della SPD. Nel suo messaggio la Cancelliera apre con la crisi dell’Euro, sottolinea l’idea di una Germania forte (già presente nei manifesti elettorali), il ruolo dello sforzo comune (anche questo concetto ripreso dallo slogan di base gemeinsam erfolgreich, insieme con successo), l’importanza della solidarietà sociale dei più forti nei confronti dei più deboli e, infine, il Paese che vuole la Cancelliera è quello “delle possibilità” i cui tutti possono avere la propria chance. Non può poi passare inosservato che all’inizio dello spot Merkel parla ancora di Neuland (letteralmente terra inesplorata) a proposito della crisi dell’Euro. Sul termine Neuland, usato dalla Cancelliera in riferimento a internet durante una conferenza stampa con Obama, c’erano state numerose ironie.
Elezioni tedesche: guerra di spot televisivi
Nonostante tutto, Merkel, come ha detto in conferenza stampa Hermann Gröhe ha voluto riusare il termine perché era perfetto in quel contesto. Lo spot sarà diffuso sulle reti statali in una versione di 90 secondi e sulle reti private in una versione ancora più ridotta di 30 secondi.
Gröhe ha anche presentato la seconda serie di manifesti elettorali (vedi foto) in cui è sempre la Cancelliera ad essere rappresentata. Nel primo si mette in risalto l’importanza del singolo per il successo di tutti e nell’altro la forza e solidità della Germania, che restare tale.

Per questa news si ringrazia:

Potsdamer Platz

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Elezioni tedesche: guerra di spot televisivi

Elezioni tedesche: guerra di spot televisivi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi