Esperienze che arricchiscono il curriculum e non solo

Al giorno d’oggi, fare un’esperienza di lavoro all’estero può essere una scelta saggia che arricchisce il proprio bagaglio culturale e formativo. La scelta di andare all’estero può essere dettata dalla voglia di mettersi in gioco: trovare un lavoro, magari temporaneo, in un altro Paese e imparare o migliorare la conoscenza di una lingua straniera è una bella sfida.

Questo scenario appena mostrato è il più roseo che possa esistere poiché la realtà, a volte, è ben più dura. L’Italia sta attraverso, da qualche anno, una crisi del mercato del lavoro nonostante le riforme dei vari governi che si susseguono, ultimo il Governo Renzi con il Jobs Act. Purtroppo non tutti riescono ad accedere alle agevolazioni previste, per sfortuna o per troppa concorrenza tra i candidati. Allora chi ha la possibilità, per non soffocare in questo sistema, prende la decisione di lasciare il proprio paese d’origine e approdare su nuove terre. La speranza è di trovare nuove opportunità di lavoro in cui potersi applicare ed esprimere le proprie capacità.

Consigli per chi vuole partire

La scelta di partire per andare alla ricerca di un lavoro all’estero dovrebbe essere preceduta da un’accurata analisi di ciò che si sa fare e di ciò che si vorrebbe fare nel Paese di destinazione. E’ utile fare un bilancio delle proprie conoscenze e competenze per una ricerca mirata, senza dimenticare la reale capacità di imparare una nuova lingua. La maggior parte delle volte si sceglie una destinazione in base alla conoscenza di una lingua straniera, altre volte entrano in gioco altri fattori. Per poter affrontare al meglio i primi tempi nel nuovo Paese, potrebbe essere una buona strategia quella di frequentare un corso di lingua. In questo modo, si ha la possibilità di imparare ad usare uno strumento potentissimo quale è quello della comunicazione in una lingua diversa dalla propria.  

Chi possiede già una conoscenza della lingua, potrebbe iniziare a cercare lavoro già dall’Italia tramite internet. Si risponde ad un’offerta di lavoro inviando un curriculum e una lettera di presentazione nella lingua del Paese scelto. A tal proposito può essere utile leggere i consigli di Elamedia per la compilazione del curriculum, anche in lingua straniera.

In altri casi, si possono sfruttare le opportunità offerte dai programmi europei di formazione e lavoro come Erasmus+, il Programma LLP Leonardo Da Vinci o rivolgersi agli sportelli Eurodesk e al portale della mobilità europea Eures.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi