Documenti: l’atto di morte

Documenti: l'atto di morte

L’atto di morte è un documento che viene redatto dall’ufficiale dello stato civile del Comune nel quale è avvenuto il decesso, che attesta appunto la morte di una persona. Il funerale può essere organizzato da società specializzate nel settore, che si occupano anche di servizi di cremazione roma,nel caso in cui il defunto abbia comunicato in vita la volontà di essere cremato in caso di morte, il rito può avvenire non prima di 24 ore dalla morte. Nel caso in cui il decesso non sia avvenuto all’interno di un’abitazione privata, un ospedale, una casa di cura ma il luogo in questione non sia individuabile con certezza, l’atto di morte viene redatto dall’ufficiale di stato civile del Comune all’interno del quale il corpo del defunto è stato ritrovato. All’interno di questo documento sono riportati la data e il luogo del decesso, i dati anagrafici del defunto, la residenza e la cittadinanza.

Denuncia di morte in casa

Nel caso in cui il decesso di una persona avvenga all’interno di una casa privata è necessario contattare il medico curante, che ha il compito di compilare l’apposito certificato Istat ed il medico necroscopo incaricato dalla Asl di appartenenza, che si accerterà delle cause della morte e redigerà un certificato. Questi documenti devono essere poi consegnati, non oltre le 24 ore dalla data del decesso, presso l’ufficio dello stato civile nel Comune di competenza.

Denuncia di morte all’estero

Nel caso in cui il decesso avvenga all’estero è necessario che i parenti del defunto si mettano in contatto con l’Ambasciata Italiana o il Consolato generale, per ottenere il permesso, chiamato nullaosta, di poter riportare la salma in Italia. Per poter ottenere il nullaosta è necessario essere in possesso dell’atto di morte del defunto, certificato conforme all’originale e tradotto e la documentazione che attesti la cittadinanza italiana del defunto.

Denuncia di morte in casa di cura o ospedale

Nel caso il decesso avvenga all’interno di una casa di cura o in ospedale le certificazioni vengono redatte tramite la struttura stessa, la denuncia di morte dovrà essere poi consegnata da un parente del defunto o da una persona con delega presso il Comune.

Decesso per causa violenta o improvvisa

Nel caso di morte violenta o improvvisa avvenuta in luoghi pubblici, in strada o nel caso in cui il defunto sia una persona che vive da sola è necessario contattare il 113 e comunicare con l’Autorità Giudiziaria, che dopo i dovuti accertamenti, impartirà le disposizioni per poter rimuovere il cadavere.

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi