Dall’ultimo Michelangelo alla morte di Caravaggio in mostra nella chiesa appena restaurata

Dall’ultimo Michelangelo alla morte di Caravaggio in mostra nella chiesa appena restaurata
Dall’ultimo Michelangelo alla morte di Caravaggio in mostra nella chiesa appena restaurata

Un secolo o quasi attraversato dai suoi grandi protagonisti è il focus del nuovo percorso espositivo che, per la prima volta, utilizza come sede espositiva la Chiesa conventuale di San Giacomo Apostolo, a Forlì, a conclusione del suo restauro integrale. Sono gli anni che idealmente intercorrono tra il Sacco di Roma (1527) e la morte di Caravaggio (1610), tra l’avvio della Riforma protestante (1517-1520) e il Concilio di Trento (1545-1563), tra il Giudizio universale di Michelangelo (1541) e il Sidereus Nuncius di Galileo (1610).

Si tratta della mostra “L’Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio” che dal 10 febbraio al 17 giugno documenterà quello che è stato uno dei momenti più alti e affascinanti della storia occidentale, l’inizio della nostra modernità. Protagonisti saranno il dramma e il fascino di un secolo che vide convivere il superbo tramonto del Rinascimento e il procedere di un nuovo orizzonte, con grandi capolavori del Manierismo. In Italia la battaglia più impegnativa per il dipingere e il vivere moderno si combatté nella pittura di commissione sacra: protagonista di questa lotta fu soprattutto Caravaggio.

Tra l’ultimo Michelangelo fino a Caravaggio, passando attraverso Raffaello, Rosso Fiorentino, Lorenzo Lotto, Pontormo, Sebastiano del Piombo, Correggio, Bronzino, Vasari, Parmigianino, Daniele da Volterra, El Greco, Pellegrino Tibaldi, i Carracci, Federico Barocci, Veronese, Tiziano, Federico Zuccari, Cavalier d’Arpino, Giuseppe Valeriano e Scipione Pulzone, s’addipana un filo estetico di rimandi e innovazioni che darà vita a una età nuova. Comprese le forme alternative di Rubens e Guido Reni. Ad ospitare la mostra, i Musei di San Domenico, a Forlì, esposta nella Chiesa conventuale di San Giacomo Apostolo a conclusione del suo integrale recupero.

Fonte: Dall’ultimo Michelangelo alla morte di Caravaggio in mostra nella chiesa appena restaurata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi