Com’è strutturata la bolletta del gas

Il costo dovuto alla fornitura di gas per uso domestico rappresenta una delle principali spese legate al mantenimento della propria casa. La classica bolletta del gas, che arriva periodicamente nelle cassette postali degli italiani, si articola in tre differenti sezioni che, combinate tra loro, danno il costo finale da pagare all’azienda che eroga il servizio.

La bolletta del gas, infatti, presenta tre voci di spesa. La prima è rappresentata dai servizi di vendita che sono legati direttamente al fornitore del servizio ed alle attività di commercializzazione e acquisto delle materie prime. I servizi di vendita, a seconda del piano tariffario scelto, possono essere fissi o variabili. Nel secondo caso, quest’ultimi dipenderanno dall’effettiva quantità di gas consumato dall’utente. Per scegliere i servizi di vendita più vantaggiosi compara le tariffe per il gas su Sostariffe.it

La seconda voce di spesa della bolletta del gas sono i servizi di rete che sono legati al trasporto dell’energia elettrica sulle reti d i distribuzione nazionale e locali. I servizi di rete sono fissi derivano da una precisa tariffa fissata dall’autorità. La terza voce di spesa della bolletta del gas è, invece, rappresentata dalle imposte che pesano, per gli utenti domestici, per un’aliquota del 10%.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi