Come fare la manutenzione al tetto?

Come fare la manutenzione al tetto?

Quando si pensa alla casa, l’immagine ricorrente è quella di avere un “tetto sopra la testa”, simbolo di rifugio sicuro. Ma quanto è importante la manutenzione del tetto fisico di una casa o appartamento che sia per garantire la sicurezza di tutto l’edificio? Proprio il simbolo della casa è anche l’elemento meno considerato nella manutenzione. La copertura delle abitazioni che sia tetto a spiovente o lastrico solare piano, è importante ispezionare almeno ogni due anni le condizioni della struttura, proprio perché è la parte più soggetta agli eventi atmosferici e proprio quando si manifestano eventi atmosferici particolarmente violenti è bene effettuare dei controlli. Con una buona manutenzione, la vera e propria ristrutturazione potrebbe ricorrere dopo 40 anni circa, a seconda della posizione e dell’esposizione dell’edificio.

Roma, che conta un patrimonio immobiliare tra i più “vecchi” d’Italia, con il 90% delle case realizzate alla fine degli anni ’70 darebbe un bel po’ di lavoro alle imprese di ristrutturazione appartamenti a Roma.

In cosa consiste la manutenzione del tetto

Le operazioni da fare dipendono dai materiali con cui è composta e dalla tipologia costruttiva del tetto. Ogni due anni è consigliabile eseguire un’ispezione generale e controllare la struttura, anche in caso di eventi atmosferici di particolare intensità. Solitamente i punti più deboli sono:

  • il colmo,

  • le falde terminali

  • i camini.

Ogni dieci-venti anni va effettuata una revisione generale, ma dipende dall’altitudine e dalla posizione dell’edificio. La ristrutturazione, invece, potrebbe essere necessaria dopo quarant'anni. Il tetto in tegole necessita di una manutenzione ordinaria una volta all'anno, una manutenzione straordinaria ogni cinque anni e di una ristrutturazione dai dieci ai quarant'anni. Per quanto riguarda il lastrico solare piano, è necessario fare la manutenzione annualmente, la manutenzione straordinaria ogni cinque-sei anni e la ristrutturazione ogni quindici-venticinque anni. Se il lastrico è anche praticabile e rivestito con piastrelle o mattoni, sarà necessario ristrutturarlo integralmente nel momento in cui queste si sollevano dal loro supporto. Si sconsiglia di sostituire solo le piastrelle rotte.

Un altro elemento chiave del tetto sono le grondaie, che richiedono una manutenzione ordinaria una volta all'anno. Dopo ogni temporale particolarmente intenso o comunque dopo ogni mese in inverno e in autunno, è necessario effettuare una pulizia generale, soprattutto in presenza di alberi o case più alte nella zona circostante. Generalmente, la lamiera e l’acciaio richiedono una revisione ogni sette anni, mentre per le lamiere in rame ogni venticinque anni circa. Per l’esecuzione di operazioni impegnative, è consigliabile chiedere la consulenza di un tecnico a garanzia di un lavoro di qualità e in sicurezza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi