Come cambia la comunicazione: dal PR tradizionale al digital PR

Come cambia la comunicazione: dal PR tradizionale al digital PR

Con l’avvento delle nuove tecnologie e lo sviluppo dei social network, il comportamento dei consumatori e delle aziende è cambiato radicalmente. La comunicazione pubblicitaria ha dovuto elaborare nuove forme di espressione e di convincimento, concentrandosi sempre più sul coinvolgimento del gruppo e la gestione di un dialogo tra più parti, abbandonando le vecchie logiche della comunicazione monodirezionale.

Sempre più in ottica digitale, anche la professione dei PR è mutata nel tempo. Il PR tradizionale, che combinava cene e incontri con i giornalisti, non esiste più. Al suo posto troviamo un nuovo mondo fatto di giornalisti, influencer, blogger e social network.

Il digital PR è una nuova figura professionale che si esprime su tutto il web, e non solo sui principali media tradizionali. Il suo compito è quello di mettere in atto strategie specifiche che coinvolgano tutti i canali, tra cui i social network, con l’obiettivo di contribuire positivamente alla reputazione del brand aziendale. A differenza dei tradizionali PR, i digital PR non si rivolgono unicamente a soggetti professionisti (solitamente i giornalisti), ma alle persone, agli utenti attivi della rete (blogger, influencer, community, opinion leader, ecc.).

I comunicati stampa non bastano più: si viaggia verso un'ottica multipiattaforma per la diffusione dei messaggi in modo più capillare e tecnologico. Come? Tramite social network e blog colpire un pubblico realmente interessato ai nostri prodotti o servizi è diventato molto più accessibile.

Tecnologia è sinonimo di progresso: anche gli strumenti sono cambiati. I vecchi fogli excel contenenti centinaia di nomi e numeri di telefono sono stati prontamente sostituiti da IRM (Influencers Relationship Management) che consentono di gestire con facilità un database di contatti e generare report statistici in modo automatico.

Così, gradualmente ma inesorabilmente, le agenzie di pubbliche relazione Milano, Roma e, quindi, nel resto della nazione, si sono trasformate in agenzie di digital PR mentre le realtà che si sono dimostrate incapaci di affrontare la transizione hanno dovuto abbandonare il mercato, perché impossibilitate a tenere il passo con le nuove logiche del web.

A grandi linee possiamo individuare 5 obiettivi fondamentali per qualsiasi campagna di Digital PR:

  • aumentare l’awareness dell’azienda, associazione, personaggio pubblico

  • ingaggiare e, nel tempo, fidelizzare le persone che hanno maggiore influenza in rete (esperti, blogger, opinion leader)

  • stimolare l’interazione sulle novità dell’azienda e sfruttare la viralità dei social network

  • generare passaparola positivo sul prodotto/iniziativa

  • raccogliere feedback da parte degli utenti

 

Le capacità di adattamento e integrazione sono alla base del successo in ogni campo. Compito dei digital Pr è saper comprendere e sfruttare i cambiamenti relazionali della società.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi