Civitanova Marche: suicidio 3×2

Il Suicidio di Civitanova Marche

Un attimo di sconcerto nell’apprendere di questo suicidio l’ho provato… poi ho preso a ragionare ed ho compreso come persone che hanno sempre lavorato, trovino alquanto complicato ed umiliante rivolgersi ai servizi sociali per ottenere un aiuto.

In fin dei conti se hai sempre lavorato, pagato le tasse, sei stato utile alla società e versato contributi non dovrebbe essere lo stato ad accorgersi di te? Non dovrebbe essere lo stato a rendersi conto che sei un esodato il cui reddito familiare è di 500 euro mensili e che quindi esiste un problema oggettivo che va risolto?

suicidi-crisi-economicaSe l’Agenzia delle Entrate è legittimata ad entrare nei conti corrente, controllare le tue spese, tacciarti d’evasione se non rispetti quanto arbitrariamente da loro stabilito, non potrebbe incrociare gli stessi dati per estrapolare le situazioni border line ed attivarsi in una qualche maniera?

E’ così difficile comprendere che c’è chi possa trovare umiliante non poter lavorare del proprio lavoro?

Continuo a sentir parlare di disoccupazione giovanile, di incentivare le assunzioni per i disoccupati sotto i 35/40 anni… ma tutti gli altri, tutti quelli che hanno 45, 50 o 60 anni  e che DEVONO lavorare sino ai 65/70 anni che speranze hanno: quella di togliere il disturbo?

Fornero, Draghi, Merkel, Monti e tutti coloro che hanno imposto questo regime lacrime e sangue avranno qualche problema di coscienza a queste notizie?

O sono soddisfatti perchè 3 persone in più, con i loro problemi ed i loro costi, non rappresentano più un problema per lo stato?

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi