Mutui online: preventivi e prezzi a confronto

Cosa sono i mutui online, come richiedere i preventivi e come scegliere il tesso più adatto alle nostre esigenze?

Il mutuo, come in molti sapranno, è uno specifico contratto che, come recita il Codice Civile, mette in relazione un mutuante e un mutuatario per mezzo di una specifica somma di denaro che viene prestata dalla prima alla seconda parte. Soprattutto in questo specifico momento storico il mutuo è la forma di prestito più utilizzata da chiunque intenda acquistare una casa: generalmente gli istituti bancari offrono ai privati quantità cospicue di liquidi che, entro un certo lasso di tempo, saranno restituiti dal contraente per mezzo di un pagamento rateale, a cui verrà associato un costo: gli interessi che saranno pari alla durata e alla consistenza del mutuo stesso. Tendenzialmente il contratto di mutuo viene preparato dagli Istituti di credito, dalle banche o dalle società finanziarie che lo definiscono attraverso delle clausole, atte a specificare la durata del contratto, il tasso di interesse, gli obblighi dei soggetti e le eventuali garanzie.

Durante la stipulazione del contratto deve, obbligatoriamente, essere presente un notaio: un terzo soggetto di fondamentale importanza, atto a garantire l’equilibrio contrattuale e a rendere trasparenti i diritti e i doveri dei soggetti coinvolti. Di solito il notaio viene scelto dal mutuatario in quanto la parcella del servizio notarile viene pagata proprio da questi. Per tale ragione essa può variare e essere, eventualmente, scaricata dal costo complessivo.

Prima di accendere un mutuo, di impegnarsi e di sottoscrivere un contratto, tuttavia, è bene confrontare – attraverso specifici comparatori di mutuo online – le offerte migliori e più convenienti sul mercato. Soprattutto per quanto concerne l’erogazione del mutuo per la prima casa, infatti, è possibile essere soggetti a delle agevolazioni fiscali abbastanza importanti. Un immobile, specificamente, viene considerato “prima casa” se non è un immobile di lusso, se l’acquirente è una persona fisica, se l’acquirente al momento dell’acquisto non possiede altre case nel medesimo comune di quella per cui si sta contraendo il mutuo, se in tutto il territorio nazionale non è presente un altro immobile considerato come prima casa, se l’acquirente possiede la residenza nel medesimo comune in cui ha acquistato la casa entro 18 mesi dal rogito.

Le agevolazioni fiscali in questione sono relative alla detrazione della Tasi che, solitamente, corrisponde al 19% del costo sostenuto a titolo degli interessi passivi sull’ipoteca del mutuo, che il soggetto ha stipulato per l’acquisto della prima abitazione. Inoltre è possibile ricevere sgravi interessanti anche sui costi dell’istruttoria e della perizia bancaria, sul costo dell’atto notarile stipulato per il mutuo e sugli interessi passivi.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi