Come diventare autista di pullman

{CAPTION}

Tra i lavori più ricercati nel nostro paese c’è quello di autista specializzato nella guida degli pullman.

Il nostro è un paese che vive di turismo e sono molti i viaggi organizzati per visitare città come la capitale,  un esempio di questa tendenza è data dal fatto che anche gli hotel per gruppi a Roma, sono cresciuti in modo esponenziale.

Per riuscire a diventare autista  di pullman  bisogna seguire una lunga trafila e possedere quelli che sono i requisiti indispensabili. Primo fra tutti amare la guida ed avere i nervi saldi per gestire delle situazioni di stress, come il traffico intenso e la presenza di passeggeri a bordo.

I requisiti richiesti

La prima cosa da fare quando si vuole fare questo lavoro è quella di prendere la patente di tipo D, mentre se dobbiamo portare gli autobus articolati si deve prendere anche la patente E.  Inoltre a partire dal 2008, secondo un decreto ministeriale si deve prendere il CQC, carta di qualificazione del Conducente,  fondamentale per il trasporto  delle persone.

Carta di qualificazione del Conducente

Secondo il decreto ministeriale del 17 aprile 2013 comma 2 art 1 questo certificato va conseguito attraverso la frequenza di un corso e il conseguente superamento di un esame specifico.

Il corso per conseguire il CQC  viene solitamente erogato dalle autoscuole autorizzate e  gestite dalla Motorizzazione Civile e riguarda tutti quei veicoli che hanno una capienza superiore ai 9 posti.

Un corso base ha una durata di 140 ore, di cui 130 riguardano la parte teorica, mentre 10 ore sono dedicate alla pratica e la parte finale prevede un esame che  viene svolto nella sede della Motorizzazione di competenza.
La carta prevede delle limitazioni in base all’età, infatti i minori di 23 anni  non possono guidare autobus con una capienza superiore ai 16 passeggeri, ma  attraverso  la frequentazione di un corso che presenta una durata di 280 ore è possibile evitare queste limitazioni.

La durata della CQC è di 5 anni e dopo la scadenza questa va rinnovata frequentando un nuovo corso d’aggiornamento.

L’esame per il conseguimento della certificazione alla guida di un autobus con passeggeri  prevede due prove, una teorica  della durata di 120 minuti  e una pratica.

La prova teorica prevede  60 quiz e il conducente deve rispondere ad almeno 54 quesiti, chi non supera l’esame finale  può sostenerlo dopo un mese, ma entro 12 mesi dalla frequentazione del corso altrimenti è necessaria una nuova frequentazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi