Il Giudizio Universale diventa uno show con le musiche di Sting: nel 2018 in scena a Roma

Il Giudizio Universale diventa uno show con le musiche di Sting: nel 2018 in scena a Roma

in foto: Il Giudizio Universale diventa uno show, diretto da Marco Balich.

Una delle opere più grandiose realizzate nel Cinquecento sta per trasformarsi in uno show dai tratti contemporanei ed innovativi: il 15 marzo 2018 debutterà a Roma, all’Auditorium Conciliazione, il primo show ispirato al Giudizio Universale e al genio di Michelangelo Buonarroti.

Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel”: è questo il titolo della nuova e attesissima produzione dell’imprenditore veneziano Marco Balich, famoso fra le altre cose per aver ideato e prodotto le cerimonie di apertura dei Giochi Olimpici di Pechino e quelli di Rio de Janeiro. Il progetto intende unire, per la prima volta, il racconto della genesi del capolavoro di Michelangelo ad un format estremamente d’impatto, tecnologicamente avanzato e alla portata di tutti.

Lo show è realizzato grazie alla consulenza scientifica e alla collaborazione dei Musei Vaticani, restando in questo modo fedele alla storia della realizzazione del grande affresco della Cappella Sistina, ma sarà rivestita di un’impronta “pop”: le musiche, che accompagneranno l’intera narrazione della durata di sessanta minuti, sono realizzate da Sting.

Si tratta di una sfida ambiziosa tanto quanto quella che Michelangelo accettò nel 1535: un intero anno di programmazione con due spettacoli al giorno, sia in italiano che in inglese, aperti al pubblico di tutto il mondo con prezzi contenuti e scontati per gli studenti e le scuole.

Il progetto di Balich verrà portato avanti dalla sua nuova production company, la “Artainment Worldwide Shows”, con il preciso intento di unire teatro, musica e cinema attraverso l’uso delle tecnologie 4K. Il racconto vero e proprio sarà diviso in quattro “capitoli”: il primo racconterà il rapporto di Michelangelo con la Bellezza e la figura del Papa, mentre il secondo si soffermerà sui dettagli del dipinto e sulla storia della sua creazione. Si proseguirà con il Conclave e i misteri e i riti dell’elezione papale, per giungere all’epilogo con la spiritualità e la misericordia racchiusi nel Giudizio Universale.

Fonte: Il Giudizio Universale diventa uno show con le musiche di Sting: nel 2018 in scena a Roma

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment