I palazzi della capitale

I palazzi della capitale

Tra le numerose attrazioni che offre la città di Roma, oltre ai vari monumenti che fanno parte della storia dell’umanità, possiamo trovare alcuni bellissimi palazzi che rappresentano a pieno la storia dell’arte italiana, tra le più apprezzate al mondo.

Quali palazzi vedere a Roma

A Roma sono presenti un grande numero di palazzi che hanno alle loro spalle un’importante storia e alcuni di questi nel corso degli anni hanno ospitato personaggi di spicco della storia e rappresentano una grande importanza nella storia del nostro paese.

Palazzo Venezia

Situato presso l’omonima piazza, fu fatto costruire dal cardinale Pietro Barbo nel periodo che va dal 1455 al 1467, è un esempio del rinascimento romano ispirato alla storia dell’antica Roma.

Costruito con del travertino proveniente dal Colosseo e dal Teatro Marcello, s’ispira nella costruzione al Colosseo e questo è ben rappresentato dall’architettura che precede ordini sovrapposti nel cornicione.

Oggi ospita un’importante museo e una biblioteca molto fornita.

Palazzo Barberini

Tra gli edifici più importanti della capitale troviamo Palazzo Barberini, costruito in pieno stile barocco nel periodo tra il 1625 e il 1633 dall’architetto Carlo Maderno e Francesco Borromini.

All’interno del palazzo è possibile trovare un magnifico giardino, fatto in pieno stile italiano e che era previsto per essere un importante parco e vedeva la presenza anche di diversi animali.

Palazzo Madama

Situato nella centrale zona di Piazza Navona, tra le più turistiche di Roma, dove si possono trovare anche tanti posti dove pernottare come Hotel Teatropace, per tutte le info clicca qui, Palazzo Madama è conosciuto soprattutto per essere la sede del Senato della Repubblica.

Questo palazzo fu realizzato nel 400 su volere di papa Sisto IV e nel corso degli anni è appartenuto anche a importanti famiglie come i Medici ed è stato usato per anni come sede delle poste pontificie.

Con l’Unità d’Italia dal 1871 diviene la sede del Senato del Regno.

Palazzo del Viminale

Tra i palazzi della capitale quello del Viminale è uno dei più recenti essendo questo stato costruito nel 900 su volere di Giovanni Giolitti.

Situato sul Colle del Viminale nella zona del rione Monti, ha rappresentato soprattutto nei suoi primi anni di vita il centro nevralgico della politica italiana, ospitando il Presidente del Consiglio e il Ministero dell’Interno.

Fu commissionato all’architetto Manfredo Manfredi che iniziò i lavori nel 1911 e li concluse nel 1925 quando venne inaugurato e si caratterizza per la presenza sulla sua facciata d’ingresso di tre fornici e per la magnificenza delle sue stanze studiate apposta per ospitare la classe politica.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment