I Fori Imperiali

I Fori Imperiali

Quando si sceglie di visitare una città come Roma bisogna sapere già quanto sia difficile visitarne ogni peculiarità, ogni monumento, ogni sito e spesso vengono creati dei ‘’pacchetti’’ per turisti che riguardano solo alcune parti della città.
Fortunatamente molti monumenti sono tra loro vicini così come la possibilità di trovare un luogo in cui alloggiare vicino il centro storico, come il Floris Hotel in Via Nazionale.
Sicuramente non potrete fare a meno di visitare i Fori Imperiali che riguardano una serie di piazze monumentali edificate tra il 46 a.C. e il 113 d.C. Essi sono considerati il centro dell’attività politica di Roma poiché sono il luogo  in cui venivano svolti i processi ed i discorsi da parte di grandi oratori appartenenti alla vita pubblica.

Il complesso

La prima struttura che fa parte del complesso è il Foro di Cesare, voluto proprio dal grande condottiero per ragioni propagandistiche volte alla conquista del potere; fu inaugurato nel 46 a.C. e terminato dall’imperatore Augusto.
La piazza in cui è situato presenta due portici ed in fondo è presente il tempio dedicato a Venere, il terreno su cui essa è edificata fu acquistato dallo stesso Cesare e si tratta di un punto strategico in grado di consentirgli visibilità e prestigio.
Proseguendo ci troviamo di fronte il Foro di Augusto da lui stesso voluto e affiancato al tempio di Marte fatto costruire in voto al dio per via della vittoria nella battaglia di Filippi.
La pianta del Foto è ortogonale ed è alternato da ampie esedre destinate ad ospitare le attività dei tribunali, si tratta di uno dei Fori dalla storia più lunga perché venne costantemente arricchito da statue legate alla storia della Gens Giulia, a cui Augusto apparteneva, di Enea e di Romolo.

Il costante arricchimento

Nel 75 d.C. Vespasiano conquista Gerusalemme etra il Foro di Cesare e quello di Augusto sorge un’area a lui dedicata conosciuta come Tempio  della Pace, un luogo a pianta quadrata con le sembianze di un giardino-museo arricchito da vasche d’acqua e statue, tuttavia essa venne distrutta da un incendio.
Fu Domiziano a voler realizzare una piazza uno spazio tra il Tempio della Pace di Vespasiano ed i due fori citati, tuttavia l’imperatore non riuscì ad inaugurare la propria opera che venne ultimata da Traiano (quarto Foro) in cui è presente la famosa Colonna che racconta le gesta dell’imperatore durante la guerra contro i Daci divenuta ormai elemento essenziale nello studio della storia dell’arte romana per via del suo valore storico ed artistico.

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Recent Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi