Depressione, il male che uccide la società tedesca

La caduta dell’Airbus della Germanwings sulle Alpi francesi ha riaperto una ferita nella società tedesca. La depressione continua a uccidere in Germania. E questa volta, il tedesco Andreas Lubitz, pilota di ventisette anni, ha portato con sé, drammaticamente, 149 persone. 
In passato, i casi di depressione che avevano segnato maggiormente l’opinione pubblica tedesca erano legati a personalità di rilievo (in particolare dal mondo dello sport) e avevano aperto la discussione su come arginare una vera e propria piaga sociale in Germania. Robert Enke, portiere della Hannover 96 e della nazionale tedesca e, più di recente, nella scorsa estate, Andreas Biermann, ex giocatore del St. Pauli, si erano suicidati, rispettivamente, ad appena 32 e 33 anni. Un’altra grande promessa del calcio tedesco Sebastian Deisler, ex giocatore di Hertha Berlino, Bayern München e stella della nazionale tedesca, ha smesso di giocare nella metà degli anni 90 a causa della depressione. Grazie al suo ruolo pubblico, Deisler, si è salvato, anche se non è ancora guarito. 

Ma al di là di questi casi famosi, i dati complessivi sulla depressione in Germania sono allarmanti. Ogni anno oltre 10.000 persone si suicidano, un dato, in calo rispetto agli anni Ottanta, quando i suicidi erano tra i 19.000 e 14.000, ma in leggera crescita negli ultimi otto anni. Nel 2006 i casi erano meno di diecimila, nel 2013 sono stati 10.076. Si tratta del doppio di morti rispetto a incidenti stradali e di più degli omicidi o di morti dovute all’uso di droghe. I casi più frequenti sono nei giovani tra i 15 e i 25 anni e negli anziani oltre i 60 anni, più uomini che donne. 
In Germania esiste anche la Società tedesca per la prevenzione dei suicidi che, attraverso un lavoro di rafforzamento della prevenzione, si è data l’obiettivo di ridurre del 10 per cento i suicidi entro il 2020Secondo Georg Fiedler, Presidente della Società, le cause sono spesso dovute ad una malattia psichica, a psicosi o anche a perdite di un partner o di una persona cara. 
Il Ministero della Difesa della Repubblica Federale Tedesca ha addirittura un programma nazionale di prevenzione che ha nel 10 settembre la giornata nazionale della prevenzione del suicidio.
Inoltre, la regione in cui avvengono più suicidi è il Nord Reno Westafalia, il Land in cui viveva Lubitz. Il gesto estremo del co-pilota della Germanwings non è arrivato dal nulla e sorprende solo fino ad un certo punto se si conoscono questi dati. 
twitter@uvillanilubelli

Potsdamer Platz: Germania, Europa

Share this post:

Related Posts

Leave a Comment