Come scegliere il regalo giusto per la prima comunione

Quando si riceve un invito ad una festa, comunione,battesimo, laurea, le domande che ci frullano per la testa sono sempre quelle: cosa mi metto e cosa regalo? Si, perché è assodato che bisogna in primis risolvere queste due questioni per poter trascorrere una festa in pieno relax.

Ogni volta che si viene invitati insomma bisogna fare un'attenta analisi di quanto sia “appetibile” per il festeggiato o la festeggiata di turno. La scelta del regalo giusto ovviamente diviene quanto più ardua meno si ha la conoscenza diretta del ricevente. Se conosciamo bene il festeggiato infatti sarà molto più semplice individuare il presente adatto all’occasione.

Ci si può trovare in difficoltà quando il regalo è destinato a bambini, specie se la nostra esperienza con loro è limitata. Oggi poi, bisogna essere onesti, ai bambini non manca proprio nulla e questo rende la corsa al regalo decisamente più impegnativa. Se  siamo invitati ad una Comunione, ci scontriamo con la fascia di età più esigente: c’è un'enorme differenza fra maschietti e femminucce e bisogna orientarsi nel giusto “mondo”.

Maschietto o femminuccia: cosa cambia

Per il maschio ad esempio si va da regali più economici come libri, DVD, Bibbie e Vangeli fumetto a regali di stampo tecnologico come iPod o macchine fotografiche digitali che ovviamente sono oggetti anche più costosi.

Per bambine invece,  un classico intramontabile  sono i gioielli, collane, ciondoli, anelli: i prezzi variano molto a seconda del materiale prescelto e della linea più o meno chic ma è chiaro che ce ne sono davvero per tutti i gusti! Se la ragazza poi ama Violetta, ci sono tantissimi gadget disponibili. Per le giovani lettrici invece, un e-book potrebbe essere un’ottima idea.

Proposte più o meno invitanti ma che rendono l’acquisto sicuramente più semplice. Ovviamente sono suggerimenti  utili anche per i genitori stessi che stanno organizzando la cerimonia. Spesso infatti gli invitati, non sapendo cosa regalare, si vedono costretti a chiedere per via direttissima ai genitori che, presi alla sprovvista, si ritrovano senza alcuna idea  a misura di figlio.

Sono molte le cose da gestire in contemporanea durante tutta  l’organizzazione ed è per questo che ormai una percentuale sempre più cospicua  di persone preferisce affidarsi a professionisti del settore, scegliendo quindi l’aiuto di agenzie che si occupano appunto  di organizzazione eventi .

Se state progettando una comunione a Roma, ad esempio, potete rivolgervi a Capitaleventi una delle agenzie più gettonate nel territorio Capitolino.

Share this post:

Related Posts

Leave a Comment