Cambiare stile alle proprie unghie

Cambiare stile alle proprie unghie

Negli ultimi tempi, soprattutto presso i membri più vanitosi del genere femminile, di grande interesse sta diventando la ricostruzione delle unghie, ovvero l'applicazione di unghie artificiali sopra lo strato delle unghie naturali. Questa tecnica, ormai popolare, ha subito, nel tempo, numerose controversie: alcuni pareri discordanti in merito alla sicurezza di questo metodo sono emersi su riviste, blog e presso l'opinione pubblica ma, ogni attività, se realizzata da un individuo competente in materia, non muoverà verso esiti disastrosi ma solo verso ottimi risultati. Questa tecnica non prevede danni alle nostre unghie naturali, ma implica un vestimento colorato, o neutro, a lunga durata che consentirà di essere sempre eleganti.

Metodo: acrilico o gel?

Ogni estetista ha il proprio metodo ma, quelli più gettonati, implicano l'utilizzo di gel o materiale acrilico. Quest'ultimo prevede che le unghie vengano scalfite, utilizzando un mix di due ingredienti: un polimero in polvere e un monomero liquido, il quale indurisce grazie al contatto con l'aria. L'acrilico prevede esperienza ed una certa manualità, nonché l'utilizzo di un prodotto dall'odore estremamente forte e il cui odore è notevolmente pungente, per cui può risultare sgradevole. Questo materiale, sebbene sia  efficace nei casi di onicofagia avanzata, purtroppo rimane un materiale poco elastico e quindi poco resistente ad urti e ad attività quotidiane. Il gel invece è il materiale più diffuso in Europa e si edifica sull'indurimento di un materiale viscoso, che avviene mediante un catalizzatore specifico, ovvero una lampada uv o, nelle realtà più avanzate, una lampada a led. Il gel è veramente molto comodo perché, in fase di ricostruzione, è possibile modellarlo a piacimento finché non si ottiene l'effetto desiderato: grazie alla polimerizzazione, asciugare il materiale a contatto con l'aria, non sarà più un problema.

Il tempo di durata

Una buona ricostruzione, realizzata con materiali di qualità, deve necessariamente durare nel tempo. Notevoli fattori però influenzano la durabilità e, solo se si ha una conoscenza approfondita, si possono prevenire eventuali complicazioni. Se si è interessati a conoscere tutte le peculiarità di questa attività, esistono corsi di ricostruzione unghie a Roma, come quello promosso da scuola estetica bsa, che formano esperti nel settore e che sono ormai avviati nell'utilizzo di metodi innovativi e sempre più efficaci. I corsi sono estremamente utili e offrono anche notevoli accorgimenti sulla durabilità di un'eventuale ricostruzione. Le unghie naturali infatti, crescono in media 0,5/ 1 millimetro ogni settimana ed è proprio questa variabile che non ci consente di determinare esattamente quanto sia una durata in generale. Altri fattori alterano le nostre ipotesi su quando dobbiamo rinnovare il look alle nostre unghie: necessita per cui o la voce di un esperto o la presenza ad un buon corso.

 

 

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Recent Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi